Via libera all’hotel “low cost” al Terminal 2

Firmato il contratto tra la Sea e la Inter Hospitality: il nuovo "budget design hotel" si aggiunge allo Sheraton del T1, sarà gestito dal nuovo marchio Moxy legato a Ikea e avrà 150 camere doppie

Via ufficiale al nuovo hotel "low cost" a Malpensa, il secondo che sorgerà direttamente dentro all’area aeroportuale: è stato firmato oggi il contratto tra il gestore aeroportuale Sea e la società Inter Hospitality per la realizzazione del "budget design hotel" al Terminal 2 dell’aeroporto di Malpensa. Con questa firma diventa realtà la nuova struttura ricettiva, nonché la prima presente al Terminal 2 (nella foto: Peter Andrews, Managing Director Inter Hospitality, e Giuseppe Bonomi, Presidente Sea).
"Il nuovo hotel amplia l’attuale offerta di Malpensa, affiancando allo Sheraton Milan Malpensa Airport Hotel & Conference, situato presso il Terminal 1, un prodotto che si rivolge ai passeggeri del Terminal 2, un target diverso per tipologia ed esigenze. La nuova infrastruttura completa pertanto la gamma di servizi ricettivi offerti alla clientela aeroportuale". Il nuovo albergo sarà un 3 stelle e sorgerà nelle immediate vicinanze del terminal 2 di Malpensa, comodamente raggiungibile a piedi. In virtù di accordo con Marriot International, la gestione avverrà sotto l’egida nel nuovo marchio Moxy (alleanza tra il gruppo svedese Ikea e la catena americana Marriot), uno dei primi in Europa di una serie di strutture alberghiere che Inter Hospitality intende costruire. L’offerta complessiva sarà di circa 150 camere doppie. L’idea del nuovo hotel "made in Ikea" (ma il design dei mobili non c’entra nulla con quelli da catalogo) ha già attratto nei mesi scorsi grande attenzione, un articolo sul quotidiano inglese The Guardian aveva anticipato le tariffe cheap da 60-80 Euro a notte.
L’area su cui sorgerà la struttura alberghiera è di 3500 metri quadrati, su cui Inter Hospitality costruirà l’albergo di 1400 metri quadrati di pianta, per complessivi 5600 metri quadrati. La consegna ufficiale dell’area avverrà alla fine del mese di giugno 2013, anche se alcuni lavori propedeutici sono già iniziati. Il crono programma prevede che l’apertura al pubblico possa avvenire nella primavera del 2014. L’intero edificio è progettato con materiali e tipologie costruttive eco-compatibili che hanno l’obiettivo di raggiungere la più alta classe energetica: A+ (la più alta prevista dalla normativa attuale).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Giugno 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.