Il Varese chiede strada al Trapani di Terlizzi

Biancorossi decisi a dimenticare la sconfitta di Padova contro la pungente neopromossa siciliana (domenica 13, ore 15 a Masnago). Sottili: "Vietato avere cali di concentrazione"

La scoppola di Padova, difficile da digerire anche per il modo in cui è avvenuta (rimontati, con diversi errori sui gol subiti), deve essere il propellente per il Varese che si appresta a sfidare sul proprio campo il Trapani del grande ex Christian Terlizzi (foto). I siciliani, neopromossa che ha già messo in cascina 9 punti con un avvio a razzo (poi rallentato), saranno di scena a Masnago alle 15 della domenica e non vogliono certo partire battuti.

AL LAVORO SUGLI ERRORI – La settimana che ha seguito la partita dell’Euganeo è stata forzatamente segnata dal ricordo del bruciante 3-2 patito in Veneto. «Solo sul campo vedremo con certezza come i ragazzi hanno assorbito la “legnata” – esordisce Sottili nella conferenza stampa al termine della rifinitura – Di certo siamo consapevoli degli errori che abbiamo commesso e li abbiamo analizzati con i video in modo da non ripeterli. Giusto arrabbiarsi ma ora quel sentimento va trasformato in positivo in vista del match con il Trapani. In questi giorni abbiamo anche lavorato per evitare cali di tensione e concentrazione: nelle sedute settimanali quindi, sono stati ridotti al minimo i tempi morti e le pause, proprio per mantenere sempre alto il livello di concentrazione di chi è in campo».

QUESTI CORRONO – Da buon allenatore che ha fatto la gavetta, Sottili conosce piuttosto a fondo il Trapani, squadra che nelle ultime stagioni di Lega Pro si è fatta notare fino poi a centrare uno storico passaggio in Serie B. «La squadra siciliana sa giocare bene a calcio, ha un gioco propositivo grazie alla spinta che danno gli uomini impiegati sulle corsie laterali. Uno come Mancosu poi, può metterci in difficoltà, ancora più di quanto è avvenuto con Pasquato: copre tutta la fascia ed è in grado di creare pericoli con i cross dal fondo». Insomma, vietato distrarsi: «Sono convinto che se il Varese non farà le cose per bene, non porterà a casa il risultato. E sono altrettanto sicuro – prosegue Sottili – che potremo sì vincere, ma dovremo sudarci i tre punti anche sul piano della condizione atletica».

LE SOLUZIONI – Come di consueto Sottili gioca a nascondino quando c’è da ipotizzare la formazione titolare. Un riserbo che per un po’ tiene con il fiato sospeso quando si viene a sapere che un attaccante è in dubbio per un risentimento muscolare: inizialmente si temeva per Pavoletti, ma in realtà si tratta di ForteTra le cose certe ci sono le assenze di Spendlhofer (via con la nazionale U21 austriaca) e di Blasi «che è reduce dalla prima settimana passata in modo continuativo con i compagni – dice Sottili – le risposte sono state positive perché non ha dolori se non un indolenzimento da lavoro. Ha fatto grandi passi avanti e ora deve solo trovare la miglior condizione atletica. Chiaro che è un giocatore importante per dinamismo, personalità, letture del gioco e passato: ci potrà dare un gran contributo per le sue caratteristiche». Restano comunque diversi ballottaggi: Laverone ha recuperato e contende una maglia a Fiamozzi mentre a centrocampo le soluzioni sono molteplici. Sottili teme quel reparto perché, spiega, uno dei due centrali va spesso ad aggiungersi all’azione d’attacco e ciò può mettere in difficoltà le difese avversarie. Possibile quindi vedere Corti impegnato ad arginare questa situazione, mentre resta il dubbio se Sottili voglia avvalersi di un regista (Barberis, Zecchin) o di un altro incontrista (Damonte). Verso una maglia da titolare infine – fatta salva la coppia d’attacco Neto-Pavoletti – c’è anche Calil che è in gran crescita: «Tempo fa gli avevo tirato un paio di frecciate, lui ha reagito nel modo giusto, dimostrandomi cioè di aver capito il messaggio sia con il lavoro in settimana, sia in partita. Con la Ternana ha fatto bene anche in fase difensiva, dove è più carente, poi è stato bravo anche a Padova. Direi che è cresciuto molto e ne sono felice».

LIVE – La partita di Masnago sarà raccontata in diretta da VareseNews grazie al consueto strumento del liveblogging multimediale. Per seguire la gara CLICCATE QUI, per partecipare invece potete utilizzare lo spazio dei commenti o l’hashtag #varesetrapani sia su Twitter sia su Instagram.

Varese – Trapani (probabili formazioni)

Varese (4-4-2): Bressan; Fiamozzi, Rea, Ely, Lazaar; Zecchin, Corti, Damonte (Barberis), Calil; Pavoletti, Neto Pereira. All. Sottili.
Trapani (4-4-2): Nordi, Garufo, Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato, Nizzetto, Pirrone, Caccetta, Pacilli; Abate, Mancosu. All. Boscaglia.
Arbitro: Pasqua di Tivoli (Fiorito e Calò – IV° uomo: Serra).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Video

Il Varese chiede strada al Trapani di Terlizzi 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.