Sono atterrati a Ciampino i bambini adottati in Congo

Tweet del ministro Boschi in partenza da Kinshasa con i 31 bimbi adottivi. A Roma anche la coppia di Sumirago che come gli altri genitori attende da 7 mesi questo momento

Finalmente possono riabbracciare i loro genitori. Si è conclusa con un bellissimo lieto fine la vicenda dei bambini congolesi adottati dalle coppie di genitori italiani con l’atterraggio dell’aereo italiano a Ciampino alle 10.41.
Una vicenda lunga e complicata cominciata nel novembre dello scorso anno quando i genitori partirono dall’Italia per andare a conoscere e portare a casa i propri figli salvo vedersi negare successivamente la possibilità riportarli indietro con loro.
Si era messo di mezzo un complicato papocchio burocratico che ha impedito di rilasciare il visto ai bambini adottati. Questo ha dapprima costretto i genitori adottivi ad una lunga permanenza in Congo per assistere i propri bambini e poi al loro ritorno senza i piccoli.
Le famiglie, però, non hanno mai smesso di sperare e dopo 7 mesi, con l’annuncio del premier Renzi, un aereo italiano è riuscito finalmente ad andare a prendere i bambini e portarli a casa. Cono loro il ministro Maria Elena Boschi che nella notte ha lanciato un tweet al momento della partenza.
Ad accoglierli anche la coppia di genitori di Sumirago Mara Gorini e Matteo Galbiati, da mesi in attesa della piccola Sifa, una bambina di tre anni che in questo periodo hanno potuto vedere solo su Skype mentre una giovane volontaria si trovava in Congo per badare a loro.
Il minisitro Boschi ha ringraziato la Presidenza del Consiglio, la Cai, la Fernesina e «la sensibilità del presidente Kabila».

Galleria fotografica

L'arrivo dei bambini adottati dal Congo 4 di 11
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2014
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L'arrivo dei bambini adottati dal Congo 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore