La città sfida la SLA: “Raccogliamo 10.000 euro in due settimane”

Il Primo Cittadino partecipa all’Ice Bucket Challenge e nomina l’intera città con questo importante obiettivo a favore della sezione provinciale della AISLA. E ricorda: “Alla Casa della Salute ha aperto il centro di ascolto per la SLA"

E’ stato nominato dai giovani che, con un flash mob, hanno partecipato all’’Ice Bucket Challenge in piazza San Giovanni e non solo ha accettato la sfida ma ha "nominato" l’intera città. Il sindaco Gigi Farioli ha risposto positivamente alla chiamata di questa gara di solidarietà mondiale ma per farlo ha puntato gli occhi proprio sulla città. "Non molti sanno che proprio a Busto Arsizio -ha scritto il Primo Cittadino in una lettera aperta alla città- da qualche mese è aperto all’interno della Casa della Salute uno sportello dell’AISLA provinciale, sportello specifico per l’Altomilanese e il basso varesotto, ma aperto in realtà a tutti, nel ricordo dell’amica Franca Bianchini Iezzi". Franca Iezzi era una volontaria attivista su più fronti del sociale, anima col marito Aurelio dell’Associazione dei rimpatriati dalla Libia ed è stata coraggiosa testimone di una battaglia personale contro la SLA che non ne ha mai spento, fino all’ultimo respiro, un costante desiderio di aiuto agli altri e alla comunità. Ed è proprio in nome suo che il Sindaco Gigi Farioli sfida la città.: "Utilizziamo tutti insieme le prossime settimane per riflettere e agire di conseguenza -esorta Farioli- per chi lo voglia accompagnando il tutto con una donazione liberale sul conto corrente dell’AISLA Varese con la causale “Ricordando Franca” con l’IBAN IT68J03069501100615291673734".

 

Il primo cittadino spiega che "è ovvio che per prima la chiamata è ai nominati come me, ai nominandi, alla città, alle associazioni, a chiunque voglia unirsi" ma l’invito è quello di fare in modo che "chiunque, nelle forme che ritenga più opportuno, colga l’opportunità, oltre che per conoscere e approfondire, per ricordarsi e ricordare che lo sportello di via san Pietro è aperto tutti i mercoledì dalle 15 alle 18, per suggerire forme di doccia e/o altro che possano rendere ancor più unica, simpatica, creativa l’iniziativa bustocca e per offrire disponibilità di collaborazione anche volontaria". Palazzo Gilardoni in questo mette a disposizione per questo il proprio sito istutizionale, la nostra mail (segreteriasindaco@comune.bustoarsizio.va.it) e il telefono (0331/390481). Agendo così, conclude Farioli "allora sì, anche l’ipocrisia avrà la possibilità di essere ricordata, facendo arrossire gli ipocriti e ricordando davvero che a volte è proprio l’ipocrisia il miglior omaggio che il vizio rende alla virtù. Così nei giudizi spesso superficiali che vedono il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, auguriamoci che il bicchiere della doccia sia stracolmo". Proprio in virtù di questo nel post scrittum della sua lettera Gigi Farioli spiega che "l’obiettivo minimo sono 10.000 Euro sul conto corrente dell’AISLA, con la causale Ricordando Franca, entro una quindicina di giorni".

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.