Riconosce al ristorante la truffatrice che l’aveva derubato

A maggio il titolare di un negozio di elettronica aveva subito un furto da un terzetto comporsta da due uomini e una donna: a distanza di mesi, un colpo di fortuna gli ha fatto reincontrare la ragazza

Una cena "fatale", per una ladra 24enne, riconosciuta da una delle sue vittime in un ristorante e denunciata poi dagli agenti della Polizia di Stato dopo le opportune indagini.
Protagonista una ventiquattrenne di nazionalità peruviana, il cui curriculum vanta diversi precedenti per furto e rapina, collezionati in varie città di Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Liguria). A maggio la ragazza, insieme a due uomini, era entrata in un negozio di computer di Gallarate: fingendo di volere fare acquisti e facendo moltissime domande, il terzetto era riuscito a distrarre il titolare e a rubare prodotti informatici per un valore complessivo di circa seicento euro. Degli scaltri taccheggiatori era stata fornita dal negoziante una descrizione ed anche alcuni fotogrammi del sistema di videosorveglianza interna, ma le ricerche non avevano prodotto alcun risultato per mesi. Fino al colpo di fortuna di questi giorni: intento a pranzare in un ristorante di Gallarate, il titolare derubato ha inaspettatamente riconosciuto la donna seduta ad un tavolo vicino, avvertendo così immediatamente la Polizia di Stato. Gli agenti della Volante del Commissariato hanno identificato la donna e facilmente ricostruito il suo poco onorevole curriculum ed accertato anche che non ha fissa dimora in Italia e tanto meno a Gallarate, dove verosimilmente si reca solo per delinquere: le sue poco credibili scuse non li hanno convinti, pertanto è stata condotta al Commissariato di via Ragazzi del ’99, dove è stata perquisita da personale femminile: si è così scoperto che anche in quel momento stava nascondendo nella biancheria intima un piccolo strumento idoneo ad aprire, senza danneggiarli, i dispositivi antifurto delle confezioni dei prodotti sottratti. È stata denunciata a piede libero.
A questo punto proseguono le indagini per individuare i due complici.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.