“Svizzeri, venite a Varese a comprare gioielli e orologi”

Dieci gioiellieri della provincia di Varese, certi di avere argomenti convincenti, hanno deciso di comunicare ai vicini svizzeri la possibilità di acquistare gioielli e orologi nelle gioiellerie italiane

La pubblicità dei gioiellieri varesini in Svizzera

Non sono affatto spaventati dal fatto che la Svizzera sia la nazione degli orologi più prestigiosi, nè che via Nassa a Lugano sia una strada del lusso internazionale: dieci gioiellieri della provincia di Varese, certi di avere argomenti convincenti,  hanno deciso di “andare a casa loro” per comunicare ai vicini svizzeri la possibilità di acquistare gioielli e orologi nelle gioiellerie italiane. Approfittando del cambio svizzero favorevole, del risparmio dell’Iva e dei prezzi già di per sè più convenienti.

Per farlo, il gruppo di gioiellieri e orologiai appartenenti a Confcommercio Varese ha acquistato quattro pubblicità sulle fiancate di altrettanti bus urbani di Lugano, e 14 cartelloni: non solo sparsi nella capitale finanziaria e del lusso del Cantone, ma anche nelle strade di accesso ai confini di Ponte Tresa, Chiasso e Gaggiolo. Un investimento totale di circa 10mila euro: «Un costo che non saremmo stati in grado di sostenere autonomamente – spiega il capofila dell’operazione, Marco Parravicini, presidente del Gruppo Gioiellieri di Confcommercio Varese, che conta circa 140 aderenti, e motore di questa particolare iniziativa – ma che è stato possibile affrontare insieme».

“NEL VARESOTTO I DESIDERI SONO PIU’ CONVENIENTI”

Il grande cartello che sta girando nei luoghi strategici del cantone, ricorda in particolare che:

«Nel Varesotto i tuoi desideri sono più convenienti! Se desideri acquistare un gioiello un orologio delle migliori marche, rivolgiti alle gioiellerie della provincia di Varese aderenti all’iniziativa di Confcommercio Varese e scoprirai quanto potrai risparmiare, grazie al rimborso dell’Iva italiana e al cambio vantaggioso. Per pagamenti in contanti il cambio sarà 1 ChF- 1 Eu».

Più chiaro di così, i commercianti varesini aderenti non potevano essere: ma sempre nel cartello rimandano alla pagina facebook “Gioiellieri Varese che spiega nei particolari quali sono le gioiellerie aderenti che tra Iva, cambio vantaggioso e la “promozione “1-1” per il cambio di chi acquista contanti possono permettere agli acquirenti d’oltre frontiera oltre il 20% di sconto rispetto ai prezzi svizzeri.

“UN’INIZIATIVA CHE FA CONCORRENZA AGLI OROLOGIAI SVIZZERI IN SVIZZERA”

La pubblicità dei gioiellieri varesini in Svizzera

«E’ la prima volta che operiamo in territorio elvetico – ha commentato Sergio Bellani, direttore di Uniascom Confcommercio Varese – E devo dire la verità che una iniziativa di gioiellieri e orologiai che fa concorrenza al paese dei principali produttori di orologi fa sorridere, e inorgoglisce un po’»

Del resto, non è solo il prezzo a convincere i clienti della Confederazione: «I clienti svizzeri apprezzano molto i commercianti italiani – Testimonia Alessandra Ceccuzzi, proprietaria con la famiglia delle gioiellerie Ceccuzzi di Busto Arsizio, Varese e Como – anche e soprattutto per l’approccio che hanno verso il cliente. Si sentono coccolati e ben indirizzati».

«Dopo tanti anni in cui abbiamo visto gli italiani andare a fare acquisti in Canton Ticino, fa piacere ora vedere finalmente fare il percorso inverso – commenta Riccardo Nicora, l’esclusivista Rolex di Varese, che aderisce all’iniziativa portando con se un marchio che rappresenta l’eccellenza svizzera – Con questa iniziativa vogliamo spiegare questa possibilità a chi non la conosce ancora».

Del resto: «Io ricordo sempre che tutti conoscono la Nutella, o la Coca Cola: ma questo non impedisce loro di considerare importante la pubblicità – conclude Parravicini – Anche in questo caso, se già un buon numero di clienti svizzeri sa di poter contare qui su una offerta che non trova a Lugano o Bellinzona, nulla vieta di incrementarne il numero. Vale la pena di aumentare il numero di clienti che già abbiamo, riteniamo che ce ne siano gli spazi».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2015
Leggi i commenti

Foto

“Svizzeri, venite a Varese a comprare gioielli e orologi” 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore