È morto l’ex assessore Agostino Fontana

Manager in pensione è stato alla guida dei lavori pubblici durante la Giunta Porro, poi il ritiro per affrontare la malattia

Agostino Fontana

Si è spento martedì mattina, dopo una lunga malattia, Agostino Fontana, da sempre molto impegnato nella vita politica cittadina. Ex manager per grandi aziende, è stato assessore ai lavori pubblici con la Giunta di Luciano Porro.

Fontana aveva 70 anni ed era in pensione. Nel 2010 aveva aderito al movimento saronnese dell’Italia dei Valori, appoggiando la candidatura di Luciano Porro. Successivamente entrò in Giunta con la delega ai lavori pubblici. Nel 2013 fu costretti a ritirarsi dalla carica politica per il sopraggiungere della malattia, ma non aveva mai abbandonato la vita sociale e politica della città. 

I funerali si svolgeranno giovedì alle 14.30 nella chiesa prepositurale della città. 



Luciano Porro, ex sindaco
Con la scomparsa di Fontana Saronno perde la sua coscienza critica. Sapevo che negli ultimi giorni le sue condizioni erano peggiorate ma non pensavo sarebbe stato così rapida la sua dipartita. E’ sicuramente una grande tristezza. Era una persona onesta e come si deve. Facendo parte della mia Giunta ha sempre dimostrato di essere molto competente e sempre pronto a lavorare per il bene della città. Quando si era ammalato ha voluto subito lasciare la Giunta dicendo che non avrebbe potuto continuare a fare il suo lavoro allo stesso modo con la stessa efficacia.

Davide Borghi, segretario cittadino Lega nord
“A malincuore apprendiamo della scomparsa di Agostino, onesto amministratore e degno avversario politico. Di Agostino ricordiamo la dedizione e la passione che lo hanno contraddistinto fino agli ultimi mesi. E’ stato un esempio di correttezza e lealtà nel fare opposizione così come da assessore con il quale è sempre stato possibile dialogare. Con Agostino se ne va una pagina della politica Saronnese. Una preghiera ed un arrivederci”

Associazione Saronno al Centro
Sino all’ultimo Agostino Fontana ha lottato contro il suo male e non si è risparmiato neppure nelle ultime settimane, partecipando come membro della Commissione Trasparenza del Comune. Proprio la trasparenza è stato il suo vessillo sia nella vita privata, dove ha ricoperto cariche manageriale importanti in grandi aziende fino al 2010, sia nella sua attività pubblica di Assessore ai lavori Pubblici, chiamato dal Sindaco Luciano Porro per assumere la carica assessorile, rassegnando poi le dimissioni nel 2013. Solo la malattia lo ha fermato perché gli ha imposto altri ritmi lavorativi. Fontana, il signor Fontana, era un signore sotto tutti gli aspetti: pragmatico, di poche parole ma essenziali, sincero e coerente nelle sue scelte che discuteva pacatamente ma con dati reali e concreti. La sua partecipazione alla vita attiva di Saronno l’ha dimostrata sia come Assessore nelle liste del IDV, sia successivamente come privato cittadino, sostenendo che la trasparenza non può prescindere dal partito ma deve essere un modo di vivere e di concepire la politica. All’età di 70 anni, Agostino Fontana ci ha lasciati martedì 23 febbraio e, com’era nel suo stile, sobrio ed elegante, lo ha fatto in punta di piedi ma non per questo la città di Saronno lo dimenticherà. Il presidente dell’Associazione Saronno al Centro Paolo Strano, gli Assessori Dario Lonardoni e Francesco Banfi insieme a tutto il Direttivo dell’Associazione e a tutti i suoi iscritti, porgono le condoglianze alla famiglia ricordando l’uomo che è stato in mezzo a noi con lealtà e coraggio e con una grandissima umanità, fino all’ultimo.

Il ricordo di Franco Casali, Tu@saronno
Ho conosciuto Agostino Fontana nel 2010 quando, essendo lui diventato Assessore alle Opere Pubbliche, ci incontravamo nelle riunioni di maggioranza o in Comune. In questi cinque anni abbiamo avuto occasione di confrontarci in varie occasioni sulle problematiche della gestione della cosa pubblica. Ne apprezzavo la competenza, l’esperienza, l’onestà e la concretezza che gli derivava dai molti anni trascorsi come dirigente di aziende multinazionali, e da ultimo alla Biblioteca Ambrosiana di Milano. Dopo tanti e impegnativi anni di lavoro nel settore privato, aveva voluto portare la sua esperienza al servizio dei cittadini, e lo faceva con impegno e competenza. Lasciato l’incarico di Assessore a causa della sua malattia, aveva continuato ad interessarsi della vita politica cittadina. Si era dedicato attivamente alle problematiche della trasparenza ed anticorruzione, che seguiva regolarmente e da esperto, anche con esortazioni pubbliche volte a migliorare i contenuti dei siti di comune e partecipate, per garantire sempre una corretta informazione ai cittadini. Aveva accettato con entusiasmo l’invito di Tu@Saronno di divenire, come indipendente, commissario per la trasparenza ed anticorruzione. L’inesorabile progredire della malattia gli aveva impedito, con suo grande dispiacere, di partecipare ai recenti lavori della prima riunione della Commissione Trasparenza.
In un panorama di crescente disinteresse per la cosa pubblica, ci ha purtroppo lasciati un cittadino che si è dedicato con competenza, passione ed impegno ai temi del bene comune.
Tu@Saronno, con gli ex Consiglieri Comunali Mario Paleardi e Paolo Sala che avevano collaborato con lui su problematiche di efficienza energetica e ambientali, si unisce al dolore della famiglia in un sentito ricordo.

Il ricordo di Cecilia Cavaterra, ex assessore
Caro Tino, ci siamo conosciuti solo pochi anni fa ma abbiamo percorso un lungo e intenso tratto di strada assieme.
Durante la nostra prima e comune esperienza politica ho imparato ad apprezzare la tua onestà intellettuale, la precisione e il rigore in tutto ciò che facevi, la tua calma anche nei momenti critici, la tua originalità e autonomia di pensiero, il tuo saper conciliare la praticità e concretezza con un sorprendente amore per la cultura. Abbiamo parlato tante volte delle nostre passioni comuni, l’amore per il nostro lavoro, i viaggi, la fotografia. Mi avevi stupito, raramente un uomo si esprime in questi termini, quando mi avevi confidato che tornando indietro avresti risposato di nuovo la tua amatissima Mariella. Durante il periodo della tua ultima battaglia ho ammirato il tuo coraggio, la tua lucidità, la capacità di non farsi prendere dallo sconforto e di mettere a proprio agio chi di fronte a te era incapace di trovare le parole giuste per confortarti. L’ultima volta che ci siamo sentiti hai voluto sapere come stavo, incuriosito dalla mia imminente partenza per un paese lontano per motivi di lavoro. Ti avevo promesso di venirti a trovare al mio ritorno per raccontarti di questa nuova esperienza e mostrati le foto che tanto ti appassionavano. Purtroppo non c’è stato il tempo. Sei partito per l’ultima e più significativa meta che la vita ci riserva. Buon viaggio Tino. Mi mancherai.

 

Manuel Sgarella
manuel.sgarella@varesenews.it

 

Raccontiamo storie. Lo facciamo con passione, ascoltando le persone e le loro necessità. Cerchiamo sempre un confronto per poter crescere. Per farlo insieme a noi, abbonati a VareseNews. 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.