Parola a Marrazzo, mister 30 gol: «Dedica a compagni e staff»

Il bomber del Varese ha raggiunto con la rete all'Arconatese il gol numero 30. Melosi: «Primo tempo male, nella ripresa è tornato il mio Varese»

varese arconatese foto maurizio borserini

Soddisfatto della vittoria il mister del Varese Giuliano Melosi al termine del successo 1-0 contro l’Arconatese, ma il mister non nasconde la rabbia per il primo tempo sottotono: «Nel primo tempo non mi è piaciuta la squadra, abbiamo forse fatto il peggior momento della stagione e negli spogliatoi l’ho detto alla squadra. Merito agli avversari ma anche colpa nostra: non ero contento e mi sono fatto sentire. Nel secondo tempo però la squadra ha fatto molto bene, non abbiamo mai sofferto, al contrario della prima frazione ed è tornato il Varese che mi piace. Bordin ha fatto una parata, ma è stata decisiva. Non ho mai avuto dubbi sul suo conto e ha fatto un’annata straordinaria; non è facile farsi trovare sempre pronto. Sto facendo giocare un po’ tutti, variando anche il modulo. Domenica giocheranno Balconi e Simonetto, ma la squadra è cresciuta tanto e ha mostrato di sapersi adattare a ogni modulo».

Per l’Arconatese il migliore in campo è stato l’attaccante Stefano Panigada, vera spina nel fianco per la difesa biancorossa: «Finché abbiamo tenuto fisicamente, la gara è stata in equilibrio, ovvio che poi le differenze tecniche e tattiche sono venute fuori. Non nasconde che mi piace giocare al “Franco Ossola”, ce l’ho messa tutta per portare a casa anche solo un punto».

Carmine Marrazzo ha raggiunto quota 30 gol in campionato, ma ancora una volta le sue parole sono a favore dei compagni, spendendo complimenti anche per capitan Luoni: «Ringrazio come sempre Capelloni che ha avuto l’idea dello striscione per i 30 gol. La dedica va ai miei compagni e allo staff, che mi sopportano e fanno tanto per me. Anche da questo si capisce che è un bel gruppo: quando segno sono forse più contenti di me. Venendo alla partita male il primo tempo, avevamo davanti una squadra tosta ma abbiamo anche sbagliato molto. Nel secondo tempo abbiamo cambiato marcia, l’abbiamo sbloccata e anche per questo è stata una bella vittoria. Avrei potuto segnare di tacco nel primo tempo sull’assist di Luoni. A Francesco va fatto un grande applauso, è un giocatore di categoria superiore e anche nello spogliatoio il suo peso è fondamentale. Ha fatto una scelta di cuore e tutti i cori che gli dedicano i tifosi sono meritati».

LE PAGELLE:

BORDIN 7, LUONI 6, GHELLER 6, VISCOMI 6, AZZOLIN 6,5, GAZO 6, CAPELLONI 6 (Cavalcante 6), ZAZZI 7, LERCARA 6,5, MARRAZZO 7 (Becchio 6,5), PIRACCINI 5.5 (Giovio s.v.)

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore