«Quella lista utilizza il nome dell’oratorio estivo!»

In una nota i candidati di “Cambiamo Cocquio Trevisago” puntano il dito contro uno degli avversari che sta conducendo una campagna elettorale con troppi “effetti speciali”

Avarie

Riceviamo e pubblichiamo la nota del gruppo “Cambiamo Cocquio Trevisago” che denuncia alcuni comportamenti ritenuti eccessivi nel corso della campagna elettorale che fra pochi giorni darà un nuovo sindaco al paese.

In questi ultimi giorni di campagna elettorale come lista “Cambiamo Cocquio Trevisago” continuiamo a testa bassa il nostro lavoro di dialogo e confronto con i cittadini, per far conoscere i nostri candidati e il programma.

Lo scorso venerdì 27 presso la Cooperativa abbiamo avuto quasi 3 ore di dibattito con i cittadini intervenuti, con domande puntuali, precise. La voglia di partecipazione è tanta, biosgna offrire l’approccio giusto, dice il candidato Luigi Nigri, e non ci sono aperitivi che tengano.

Non possiamo però sottrarci dal commentare complessivamente l’andamento di questa campagna elettorale.
Se questo è il modus operandi di un possibile Sindaco, ci sentiamo in dovere di portare a conoscenza della cittadinanza il rischio che stiamo correndo.

La campagna elettorale del dott. Centrella, condotta con effetti speciali, è sotto gli occhi di tutti: certo non vogliamo demonizzare i minions, la presenza di comici o di grandi tenori in paese.

Ci sembra giusto segnalare però che una campagna elettorale non può trasformarsi in un palinsesto tv. Siamo tutti in campo per amministrare un comune in cui tanto è da impostare, ricostruire. Dove sono i contenuti?

Nella giornata di ieri abbiamo verificato come il paese sia stato tappezzato di “Avvisi ai cittadini” in cui il candidato sindaco Dott. Centrella difende il proprio operato e accusa gli avversari. Accusa tutti di plagio, di aver copiato e di infastidire i più considerando la ventata di novità che la sua lista porta a Cocquio.

Ci dispiace constatare che, a cominciare dal nome, la lista del Dott. Centrella non brilli certo di originalità. Il nome della lista “insieme per crescere” altro non è che lo slogan di un oratorio estivo di una decina di anni fa (la scritta campeggia all’entrata dell’oratorio di Cocquio, come si può notare dalla fotografia).

Ci piacerebbe capire poi esattamente chi sono gli accusati e per quali ragioni.
Dal momento che si inizia una campagna elettorale siamo tutti personaggi pubblici ed è chiaro che dobbiamo farci carico delle conseguenze di tutti i nostri comportamenti.

Noi stiamo sostenendo questa sfida con un profilo sobrio e attento alle persone, come ci piace fare.

Ricordiamo a questo proposito l’appuntamento di mercoledì 1 giugno alle 20.45 presso Villa Ida per discutere con noi: ci saranno tavoli tematici a cui tutti i cittadini possono partecipare, per dire la loro sui vari temi presenti nel programma.
Vi aspettiamo numerosi!

I candidati della lista “Cambiamo Cocquio Trevisago”

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Maggio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.