JazzAscona, gli appuntamenti di venerdì

Tra i nomi eccellenti quelli di Jazz a Bichon, Lost in Swing, Glen David Andrews, Lillian Boutté, Marco Marchi & Mojo Workers

varie

Dopo i concerti della serata inaugurale JazzAscona inizia la sua trentaduesima avventura musicale con una serie di concerti di alto livello. Tra i nomi eccellenti quelli di Jazz a Bichon, Lost in Swing, Glen David Andrews, Lillian Boutté, Marco Marchi & Mojo Workers.

Nello specifico gli appuntamenti del 24 giugno:

Ristorante Piazzetta – ore 16

 JAZZ A BICHON

Il repertorio delle orchestra da ballo degli anni 1920-1930 arrangiato per un sestetto: Jazz à Bichon, una premiata band francese a tutto swing.

Condividendo lo stesso entusiasmo per la musica da ballo degli anni 1920 e i primi anni 30,  i sei musicisti di Jazz à Bichon si sono riuniti per la prima volta nel 2009 con l’idea di riportare alla luce il repertorio meno conosciuto o dimenticato delle formazioni di quegli anni, adattando in particolare per un sestetto gli arrangiamenti originali per big-band. Il plauso della critica non si è fatto attendere, con esibizioni nel 2011 e il 2014 a Marciac, il più importante festival francese di jazz, e il primo premio al Festival Internazionale di Megève. La band si esibisce regolarmente nei club in Francia e all’estero e a più importanti festival di jazz classico. Il repertorio include brani di orchestre celebri come quelle di Fletcher Henderson e Clarence Williams ma anche di piccoli gruppi meno conosciuti come Goofus Five, New Orleans Owls o la Halfway House Orchestra.

Stage al Pontile & al Piazza – ore 18,45

LOST IN SWING

Ecco il cambio generazionale: Lost in Swing, cinque ragazzi romandi appassionati di Duke, Fats e Sydney. Da seguire con attenzione.

Il repertorio è quello: Fats Waller, Gerschwin, Ellington, Lionel Hampton, Sydney Bechet e il jazz manouche di Django. Lost in Swing è un gruppo composto da cinque ragazzi romandi fondato nel settembre 2013 su iniziativa del vibrafonista Julien Lemoine che raccoglie attorno a sé alcuni amici di lunga data: il chitarrista Etienne Loupot, il tenorista Louis Billette, Clément Meunier che suona il clarinetto e il bassista e cantante Piotr Wegrowsky. Il gruppo si fa le ossa in un laboratorio del dipartimento jazz della Scuola Superiore di Musica di Losanna (EJMA) sotto la guida di Thomas Dobler (vibrafono) prima di esibirsi con successo in tutta una serie di concerti nella regione lemanica, dall’auditorium dell’EJMA a vari club e festival (Montreux nel 2013). Un gruppo da seguire con grande attenzione!

Jazz Club Casinò – ore 19,45

SIMON OSLENDER & 2TWOGETHER with GLEN DAVID ANDREWS & BRUNO MULLER 

Con la sua debordante energia jazz, funk e blues, il cantante e trombonista di New Orleans Glen David Andrews incontra ad Ascona due ragazzi prodigio della scena jazz soul europea.

Nato nel 1979 e cresciuto nel Tremé di New Orleans (probabilmente la più antica comunità nera degli Stati Uniti),  Glen David Andrews ha mosso i primi passi suonando nelle marching band assieme al fratello Derrick Tabb e ai cugini Trombone Shorty, James Andrews e Trumpet Black Hill.  Artista che incarna tutta la vitalità del  jazz, del funk e del blues,  Andrews è tornato a far parlare di sé  nel 2014 con un album,  “Redemption”, che ha avuto ben 6 nomination ai Best of the Beat Awards e che ha segnato la sua rinascita personale e musicale.  Dopo una decina di date in Europa nell’autunno 2015, questo cantante e trombonista dalla voce virile e dal suono potente e diretto a JazzAscona incontrerà due giovani prodigi del groovy jazz europeo: Jerôme Cardynaals alla batteria (con cui ha già suonato nel recente tour europeo) e Simon Oslender all’organo Hammond. Entrambi non ancora ventenni, Jerôme e Simon si sono già permessi il lusso di suonare con  Dr Lonnie Smith, Nils Landgren e Benny Golson e collaborano regolarmente con Bruno Müller, chitarrista di grande esperienza che ha collaborato fra tanti altri con Mezzoforte, Till Brönner e Joe Sample.  L’incontro di questi artisti con Andrews promette scintille!

Stage Seven – ore 21

MARCO MARCHI & THE MOJO WORKERS

Tutto il meglio del blues acustico in un affascinante viaggio a ritroso, fra Delta del Mississippi e Chicago.

Marco Marchi & The Mojo Workers è un’esplosiva acoustic blues band composta da musicisti con alle spalle decenni di esperienza in diversi generi musicali (blues, jazz, folk, traditional e pop). Col tempo la band ha saputo ritagliarsi uno spazio nella scena blues europea, proponendo un repertorio blues tipico del periodo tra il 1920 al 1950: dal ragtime allo stile piemontese, dal Delta blues al country blues fino agli albori del blues di Chicago. Il sound dei Marco Marchi & Mojo Workers è modellato con uno stile del tutto personale: le loro canzoni sono interpretate ricreando l’originale energia dei brani e suonando con passione e autenticità. Il risultato: un’esperienza sonora ricca di pathos dal passato.

Stage New Orleans – ore 21,15

LILIAN BOUTTE’ & HER MUSICFRIENDS feat. SHANNON POWELL

Una settimana di festa con la “Regina di Ascona”, la carismatica cantante jazz, blues e R&B  Lillian Boutté e i suoi Musicfriends, gruppo che la lanciò in Europa sul finire degli anni ’80. Shannon Powell ospite di lusso.

Ambasciatrice musicale di New Orleans nel mondo (titolo ricevuto dalla sua città natale nel 1986) e vincitrice nel 2006 del primo Ascona Jazz Award per il suo straordinario contributo dato alla conoscenza della musica e alla cultura di New Orleans in Europa, Lillian Boutté (67 anni) è fuori di dubbio una delle cantanti che più hanno caratterizzato la storia del festival di Ascona, sin dalla sua prima edizione. Lillian torna ad Ascona nel 2016 con i Musicfriends, lo storico gruppo con il quale si è fatta conoscere e amare in tutta Europa fra gli anni 80 e 90. Prestigiosa la sua carriera, iniziata come corista gospel, proseguita come voce in studio di registrazione per James Booker, Neville Brothers e altri, e definitivamente lanciata dallo spettacolo One mo’Time, con cui è stata in tournée fra il 1979 e il 1984. Fra le sue innumerevoli collaborazioni da segnalare quelle con Allan Toussaint,  Professor Longhair, Dr. John, Humphrey Lyttelton, Chris Barber, Pee Wee Ellis, Oscar Klein, Christian Willisohn e tanti altri. La band comprende naturalmente  il marito di Lillian, il clarinettista Thomas L’Etienne, la nipote e vocalist Tanya Boutté e come special guest l’acclamato batterista di New Orleans Shannon Powell.

Biglietto di ingresso per tutti i concerti della serata (a partire dalle ore 18) 20 franchi (10 franchi per studenti e apprendisti, ragazzi fino a 14 anni gratis).

I numerosi concerti che si tengono specialmente di giorno in bar e ristoranti sono gratuiti: viene però richiesto un supplemento di prezzo sulle prime consumazioni, indicato sui tavoli.

Per maggiori informazioni sul festival e sugli artisti visitare il sito www.jazzascona.ch
Per informazioni turistiche www.ascona-locarno.com tel. 0041 848 091 091;

Per prenotazioni online in strutture ricettive http://www.ascona-locarno.com/ en/accommodations.html

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore