Anziana morta al Camelot, l’autopsia esclude responsabilità

Secondo i primi riscontri del medico legale l'anziana sarebbe morta a causa di una trombosi cardio-polmonare

3sg camelot gallarate

L’autopsia ha fugato ogni dubbio. L’anziana di 83 anni deceduta venerdì scorso all’interno della casa di riposo Camelot di Gallarate è stata stroncata da una trombosi cardio-polmonare che non le ha lasciato scampo.

Sgombrato il campo da eventuali responsabilità del personale della struttura, dunque, come inizialmente ipotizzato. I familiari, alcuni presenti al momento della crisi respiratoria della donna, avevano avanzato l’ipotesi di presentare un esposto in Procura mentre il sostituto procuratore Cristina Ria aveva subito aperto un fascicolo contro ignoti in modo da poter eseguire l’autopsia.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Agosto 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.