Raccolta rifiuti con il microchip, parte l’anno di sperimentazione

In questi mesi verranno distribuiti i kit a tutte le famiglie e dall'1 gennaio 2017 partirà la sperimentazione finalizzato ad introdurre una tariffa misurata sulla reale produzione di rifiuti

Raccolta rifiuti somma lombardo

La rivoluzione sui rifiuti parte dalla sperimentazione. Accadrà così anche a Somma Lombardo, e nei 13 comuni della convezione rifiuti di Sesto, dove dal 1 gennaio partirà la raccolta con l’utilizzo di microchip.

Sarà un periodo utile per immagazzinare dati e che per un anno servirà a tarare il servizio e arrivare al 2018 per la partenza della raccolta puntuale dei rifiuti, e quindi il relativo pagamento della tariffa in base alla reale produzione di immondizia indifferenziata.

Il principio è molto semplice ma sono previste numerose campagne e serate pubbliche per chiarire tutti i dubbi. Ogni famiglia verrà dotata di un kit con all’interno i sacchi e il relativo chip. Si tratta di una piccola marca molto simile a quella che si trova nei negozi di abbigliamento per l’antitaccheggio.

Raccolta rifiuti somma lombardo
Il microchip

Dal momento della consegna dei sacchi tutti i chip verranno associati all’utente che li ha ricevuti e di ritiro in ritiro sarà possibile verificare puntualmente quanti sacchi di indifferenziata una famiglia conferisce alla raccolta. Quando tutto sarà pronto, nel 2018, la tariffa rifiuti prevederà una parte fissa ed una parte che terrà conto solamente della spazzatura indifferenziata prodotta.

L’obiettivo, naturalmente, è quello di aumentare la raccolta differenziata e far scendere il costo di smaltimento dei rifiuti a carico delle amministrazioni comunali.

Per spiegare l’arrivo di questa rivoluzione a Somma Lombardo sono previste quattro serate pubbliche:

Martedì 18/10

Quartiere Castello

Lunedì 24/10

San Bernardino – San Rocco

Venerdì 28/10

Mezzana – Lazzaretto

Venerdì 4/11

Coarezza – Maddalena – Case nuove

Le regole saranno relativamente semplici: verrà misurato solo il rifiuto indifferenziato. Si potranno usare solamente i sacchi forniti (tutti gli altri non verranno raccolti) che saranno circa 20. La raccolta passerà da una volta a settimana a una volta ogni 15 giorni mentre sarà rafforzata la frequenza della raccolta differenziata.

Le utenze domestiche che hanno delle problematiche particolari (anziani in assistenza o bambini piccoli e loro relativi pannolini da smaltire) potranno richiedere il servizio tramite sacco rosso che può essere esposto tutte le settimane e non viene contato.

Per il resto tutto rimane secondo le regole già introdotte prima dell’estate: i sacchi non correttamente differenziati verranno marchiati con un’etichetta e lasciati in strada (cosa che peraltro ha già permesso di aumentare la raccolta differenziata a Somma dal 63% al 65%, ha spiegato l’assessore Piantanida).

L’obiettivo, ha spiegato l’assessore Edoardo Piantanida, «è quello di migliorare sempre di più la raccolta differenziata permettendo così di abbassare il costo a carico delle casse comunali e quindi diminuire la tassa dei rifiuti. Questo anno di sperimentazione, che parte da gennaio del 2017, ci servirà per regolare bene il servizio prima di farlo entrare in funzione».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.