Un bilancio della nuova gestione dell’Isolino Virginia

Durante la nuova gestione targata Gulliver 12.747 visitatori sono passati dalla perla del Lago di Varese patrimonio dell'Unesco dal 2011

isolino virginia

Sono passati un anno e tre mesi dalla nuova gestione degli eventi dell’Isolino Virginia affidata al Centro Gulliver di Varese.

Un periodo durante il quale il sito palafitticolo del lago, già patrimonio dell’Unesco per la sua importanza storica, ha accolto 12.747 visitatori trasportati via barca dal molo di Biandronno fino all’isola.

La maggior parte dei visitatori sono arrivati nel 2016, un dato spiegato soprattutto dagli eventi organizzati e dagli investimenti messi in opera: il nuovo pontile nel gennaio del 2016; la presentazione del nuovo partner per la ristorazione, Ergasterio Srl, che gestisce il ristorante la Tana dell’Isolino a marzo; e, infine, a maggio l’arrivo del catamarano Stradivari in grado di trasportare 50 persone per volta.

Parallelamente ci sono le attività organizzate negli scorsi mesi sull’Isolino: 12 laboratori per bambini che hanno registrato 500 presenze; 3.500 accessi al museo; 12 aperitivi sul battello; e 600 bambini delle scuole e 400 dalle aziende che hanno partecipato ad una visita del sito.

Accessi all'isolino

A questo si aggiungono gli spettacoli teatrali, le visite a bordo del battello stradivari, la didattica per bambini, le visite guidate alla biodiversità, le “cene con delitto”, e il Sunset festival: gli appuntamenti di musica e teatro che si sono svolte al tramonto.

Sono numeri crudi di un’attività che dimostra la rinascita di un sito che versava in uno stato di abbandono. Ora la gestione del Gulliver, che coordina i partner del progetto con Navigazione Interna Srl, Ergasterio Srl e il Centro studi archeologici e Preistorici di Varese, sembra aver ridato vita all’intera area con un progetto che, inoltre, si avvale di una forte componente sociale: il 30% dei lavoratori del ristorante è composto infatti da personale che arriva dai percorsi terapeutici del Gulliver.

E proprio la Tana dell’isolino, il ristorante attivo sull’isolino, ha stilato un primo bilancio con i suoi 4mila clienti tra bar e ristorante annunciando che la ristrutturazione del servizio di ristorazione continuerà l’anno prossimo con l’ammodernamento degli spazi interni dopo gli interventi sull’esterno fatti fino ad ora.

Isolino virginia

Insomma, un bilancio positivo che preannuncia le iniziative del futuro a partire da venerdì 18 novembre con la prossima “Cena con delitto” organizzata e il 26 novembre con lo spettacolo “La voce del lago” di Betty Colombo.

Ma soprattutto si preannuncia l’inizio di “Varese4U”, un progetto di promozione del territorio che coinvolge i quattro siti dell’Unesco della provincia di Varese: il sacro Monte, l’Isolino Virginia, l’area di Castelseprio Torba, Monte San Giorgio e Parco Ticino.

L’Isolino Virginia è uno dei siti più famosi della preistoria europea nonché il più antico insediamento palafitticolo dell’arco alpino. Proprietario dell’area è il Comune di Varese dal 1962, quando gli venne donato dal marchese Gianfelice Ponti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore