Baiano: «Ci è mancato l’acuto, ma non sono preoccupato»

In sala stampa il ds Merlin annuncia che presto arriverà un centrocampista. Ganz si rammarica: «Nostre le occasioni più nitide»

Baiano

Il Varese sbatte 0-0 contro la Bustese non riuscendo a bucare la retroguardia granata. A fine partita mister Ciccio Baiano si accontenta del punto, ma analizza il pareggio con un po’ di rammarico: «Siamo partiti con la migliore squadra che secondo me potevamo schierare. Nel secondo tempo ho cercato di cambiare qualcosa, l’unico che non ho voluto rischiare è stato Bottone. Ci è mancato il colpo, ma contro una squadra chiusa così non era semplice. La Bustese si è difesa con nove giocatori, probabilmente avremmo potuto provare con i tiri da lontano. È stato complicato: abbiamo cercato di creare e fare la partita ma ci è mancato l’acuto. Potevamo risolverla su calcio piazzato, ci siamo andati vicino, ma paradossalmente queste partite rischi di perderle; sarebbe stata una beffa, io però da giocatore ne ho perse tante così, quindi teniamoci stretto il pareggio. Non avevamo punte di ruolo, Moretti ha avuto un problema e ho provato con Innocenti, ma erano troppo chiusi. Innocenti ha fatto un buon esordio, ha fatto ciò che gli ho chiesto, ma non ha i novanta minuti nelle gambe. Granzotto ha avuto una ricaduta dell’infortunio muscolare e l’ho dovuto sostituire. Non sono preoccupato, continuiamo a lavorare.».

In sala stampa ha parlato anche il direttore sportivo Alessandro Merlin, che ha parlato anche di mercato annunciando un arrivo: «In attacco siamo a posto. Delle prime quattro squadre siamo l’unica che ha operato nel reparto offensivo. A centrocampo arriverà a brevissimo un giocatore per andare a colmare il gap lasciato dall’infortunio di Zazzi. Stiamo completando il tesseramento e se non ci saranno intoppi sarà con noi già nei prossimi giorni. Sulla partita, i ragazzi hanno fatto quello che il mister ha preparato in allenamento. L’atteggiamento è stato positivo, ci è mancata la giocata per sbloccare la partita».

Soddisfatto invece il mister della Bustese Maurizio Ganz: «Sapevamo di incontrare una gara difficile contro una squadra che sa giocare bene. Il Varese oggi ci ha costretto a difenderci, anche se le due occasioni clamorose le abbiamo avute noi. Il rammarico è più dalla parte nostra che non dalla parte del Varese. Non mi ricordo tiri in porta da parte dei biancorossi».

Prima da titolare per Giacomo Innnocenti: «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, contro una squadra che si chiude bene e riparte. Sono contento per la prestazione della squadra perché abbiamo grandi valori e anche oggi abbiamo dimostrato di avere la voglia di portare a casa la vittoria fino alla fine. Dobbiamo essere orgogliosi di questo aspetto. Arrivo da un periodo nel quale mi sono allenato poco, sto lavorando per tornare al cento per cento ed essere utile alla squadra».

PAGELLE

PISSARDO 6: Quasi mai impegnato, nessuna parata, ma un brivido gli avrà attraversato la schiena su quel tiro nel finale che si è stampato sul palo

TALARICO 6: Benino in fase di spinta, poco preciso però sui cross. In difesa fa il suo.

FERRI 6,5: Come al solito dirige la difesa con ordine e personalità. Nel finale prova qualche incursione in avanti, ma non è fortunato.

VISCOMI 6: Buon lavoro in difesa, non riesce invece a farsi pericoloso sulle palle inattive e oggi un suo colpo di testa risolutivo sarebbe servito eccome.

GRANZOTTO sv (BONANNI 6: Spinge quando c’è spazio, in difesa non deve fare un grande lavoro)

ROLANDO 6: Ci prova, ma mister Ganz gli costruisce una gabbia intorno per evitare le sue accelerazioni.

GAZO 6,5: In copertura è il solito mastino, sempre pronto a mordere. Qualche buon pallone anche in costruzione. Uno dei più positivi

CUSINATO 5: Si vede che l’impegno non manca, ma i passaggi sbagliati e qualche palla persa di troppo gli fanno avere un voto insufficiente anche oggi

INNOCENTI 5.5: Prima da titolare senza grandi spunti. Non punta l’uomo, speriamo che cresca di condizione (Lercara 5.5: Non dà il cambio di passo sperato. Ha un po’ di ruggine da togliere)

GIOVIO 6: Più pericoloso con i calci da fermo che su azione. Prova a costruire ma gli spazi intorno a lui sono decisamente rarefatti

SCAPINI 5: Un colpo di testa ad inizio ripresa e basta. Troppo poco per un attaccante come lui (BECCHIO 7: Dà il cambio di passo sperato, crea scompiglio e va anche vicino al gol, peccato che il colpo di testa termini alto. È il biancorosso più in forma e si vede)

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 11 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore