PD: “La responsabilità è di Regione Lombardia”

Il circolo del Partito Democratico di Ispra-Angera-Ranco ha partecipato al presidio in difesa del punto nascite dell'ospedale Ondoli

La protesta delle mamme all'ospedale di Angera

Il circolo del Partito Democratico di Ispra-Angera-Ranco  ha partecipato al presidio in difesa dell’Ospedale di Angera organizzato dalle mamme, manifestazione alla quale hanno partecipato tutti i sindaci della zona. «Come PD vogliamo affrontare con concretezza e responsabilità il tema della riorganizzazione della sanità – spiega il segretario Simone Franceschetto -.  Per questo non ci appassiona il teatrino dello scaricacolpe iniziato da altri partiti. Per noi è chiaramente evidente la responsabilità di Regione Lombardia ma non ci limitiamo ad urlare perchè ci interessa la soluzione del problema. I nostri rappresentanti istituzionali in questi giorni si sono mossi con atti ufficiali per chiedere spiegazioni alla Regione: il presidente dei Sindaci dell’Ats Insubria, Samuele Astuti, ha chiesto che nelle Assemblee dei Sindaci delle Asst, in programma la prossima settimana, sia affrontato con la massima urgenza il tema dei piani strategici triennali, per definire le priorità e raccogliere le richieste del territorio. Inoltre i consiglieri provinciali del Pd hanno depositato una mozione urgente per chiedere a Regione Lombardia di tutelare gli ospedali decentrati condividendo tutte le azioni con i Sindaci».

Galleria fotografica

La protesta delle mamme all'ospedale di Angera 4 di 25

«Questo è fare politica seriamente – conclude Franceschetto –  con l’obiettivo di risolvere i problemi. Questo è quello che farà il PD che nelle sedi opportune regionali continuerà a combattere duramente la riforma sanitaria della Lega Nord e i suoi nefasti effetti che si cominciano a vedere sul campo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 dicembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La protesta delle mamme all'ospedale di Angera 4 di 25

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore