Ottobre caldo tra crolli e cronaca nera

Ci lasciamo alle spalle il 2016 con tante notizie piccole e grandi che hanno caratterizzato la nostra provincia. Ecco quelle più lette dai lettori nel mese di Ottobre

crollo cavalcavia

Ottobre è stato un mese caldo, sono solo per il clima mite, ma anche per le vicende accadute e che hanno suscitato l’attenzione dei nostri lettori. Tanta cronaca, ma anche belle storie che toccano il cuore – e il posto di lavoro – oltre all’ultimo addio al grande Dario Fo, senza dimenticare l’invasione delle cimici.

La notizia più letta non è però accaduta nella nostra provincia, ma nel territorio lecchese più precisamente ad Annone Brianza, dove un cavalcavia è crollato sulla superstrada sottostante; evento tragico che purtroppo ha anche causato una vittima. (LEGGI QUI)

La cronaca è grande protagonista e il ritrovamento del cadavere della maestra ticinese Nadia Arcudi nei boschi tra Rodero e Gaggiolo è stato un altro tema caldo di ottobre. (LEGGI QUI)

Ancora cronaca, e purtroppo un’altra vittima tra le notizie più lette: Dino Folador, figura storica di Malnate che è stato investito da un camion a pochi metri da casa sua sulla strada provinciale di Malnate. (LEGGI QUI)

Fortunatamente non solo notizie tragiche: tra le news più lette anche il lascito di 800mila euro da parte di un nonno, Renato Giuliani, che ha permesso l’inaugurazione della “Casa del Sorriso”, una vera casa in cui potranno essere accolti i genitori dei bambini ricoverati all’Ospedale del Ponte. (LEGGI QUI)

A fine mese, il 28, hanno raccolto molto interesse le pericolose peripezie di un giovane amante, un ragazzo australiano con cittadinanza neozelandese, innamorato di una ragazza della nostra provincia che voleva rompere la relazione. La conseguenza è stato un pomeriggio da videogioco, con inseguimenti, incidenti e minacce con un’accetta a carabinieri e passanti. (LEGGI QUI)

Ottobre 2016, più precisamente il giorno 13, sarà indelebile nella storia anche per la morte del Premio Nobel Dario Fo, dal ricordo della sua prima casa al celeberrimo “Paese dei Mezaràt”. (LEGGI QUI)

Non ha lasciato indifferenti i nostri lettori la chiusura della storica Libreria del Corso, un punto di riferimento di Varese che ha chiuso dopo 16 anni di attività nel centro cittadino. (LEGGI QUI)

Tanto interesse anche per il film girato al Campo dei Fiori e per la richiesta di comparse. Del resto, chi non vorrebbe un momento di gloria? (LEGGI QUI)

L’autunno mite ha portato anche un’invasione, pacifica ma fastidiosa, di cimici. I piccoli animaletti hanno attratto a tal punto l’interesse che la nostra domanda “A cosa servono” è stata molto apprezzata. (LEGGI QUI)

Infine una bella storia dal mondo del lavoro: la lettera dei dipendenti all’ex capo che ha deciso di mantenere i posti di lavoro. Un ringraziamento pubblico che va ben al di là del semplice rapporto contrattuale. (LEGGI QUI)

Le altre notizie più lette nell’ottobre 2016:
L’incidente stradale di Renzo Bossi (LEGGI QUI)
La morte di un sub nel Lago Maggiore (LEGGI QUI)
La Scossa di terremoto tra Svizzera e Italia (LEGGI QUI)
Una moto entra in una vetrina (LEGGI QUI)
La ricerca della 18enne Gaia (LEGGI QUI)
L’esplosione di un bar a Milano (LEGGI QUI)
Un brutto incidente sulla Ss 334 (LEGGI QUI)
L’investimento di una ragazzina a Mezzana (LEGGI QUI)
Il ragazzo preso a sprangate in centro a Varese (LEGGI QUI)
La prima neve dell’anno al Campo dei Fiori (LEGGI QUI)
Lo Street Food a Gallarate (LEGGI QUI)
Il bagliore verde nel cielo (LEGGI QUI)
Le nuove destinazioni di Ryanair (LEGGI QUI)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore