Bebe Vio tira di scherma (e di autografi) a Busto Arsizio

La campionessa paralimpica veneziana è tornata in pedana all'Agorà della Scherma ed è stata salutata da moltissimi fan, grandi e piccoli

bebe vio scherma campionati paralimpici accademia andrea felli busto arsizio

Bebe Vio è ormai un’icona dello sport paralimpico e uno spot per la scherma tutta. Lo testimoniano le decine di giovani e meno giovani che si sono accalcati al banchetto degli autografi per farsi firmare una cartolina o un libro della campionessa paralimpica che oggi, domenica, è tornata in pedana per partecipare alla tappa bustocca dei campionati italiani, naturalmente vincendo la sua gara.

Galleria fotografica

Bebe Vio tira di scherma e autografi a Busto Arsizio 4 di 18

Agorà della scherma strapiena

L’accademia della scherma Andrea Felli (gestita dalla storica società Pro Patria Scherma) ha ospitato il primo weekend di gare con le prove del circuito europeo under 23 di spada maschile e femminile e la seconda prova del circuito nazionale dei campionati paralimpici dove è stata protagonista Bebe Vio. Oltre cento gli atleti disabili che hanno preso parte alla competizione e centinaia gli schermidori e le schermitrici provenienti da diversi paesi europei che hanno calcato le pedane della sala gemella e del salone delle feste. Il prossimo weekend toccherà ai 600 atleti master alle tre armi in pedana il 17 e il 18 febbraio.

Bebe Vio superstar

L’atleta veneziana è stata accolta e salutata anche dall’amministrazione bustocca che era presente con in testa il sindaco Emanuele Antonelli, l’assessore allo sport Stefano Ferrario, l’assessore alla cultura Paola Magugliani e il consigliere comunale Alessandro Albani.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Bebe Vio tira di scherma e autografi a Busto Arsizio 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore