Futuro dell’area Whirlpool, incontro in Regione

Il sindaco Silvio Aimetti ha incontrato il Governatore Roberto Maroni per presentargli il protocollo d'intesa siglato con azienda e atenei

comerio

Proseguono le discussioni e gli incontri per dare un futuro all’area Whirlpool di Comerio. La multinazionale si è trasferita a Pero nel nuovo quartier generale europeo, abbandonando la storica sede di Comerio voluta da Giovanni Borghi: i dipendenti in queste settimane hanno avuto modo di visitare la nuova sede e la data del trasferimento definitivo è fissata al 6 marzo.

Il primo cittadino di Comerio, Silvio Aimetti, si è fatto promotore di un percorso che coinvolge realtà economiche, università e menti del territorio per studiare un piano comune per dare all’area comeriese un futuro. Oggi, martedì 28 febbraio, è andato in regione Lombardia a Milano ad incontrare il Governatore Roberto Maroni.

«È stato un incontro molto positivo con il Governatore Maroni sul tema Whirlpool. Accompagnato dal vice sindaco Gianluca Fidanza e dall’amico comeriese Mauro Casati, abbiamo condiviso il protocollo d’intesa siglato con azienda ed atenei ed abbiamo parlato del workshop di dicembre, durante il quale si è attivato un confronto importante con tutte le realtà del Territorio – scrive Aimetti sul suo profilo Facebook -. La collaborazione virtuosa e concreta tra Istituzioni e realtà economiche e associative che si sta creando, ci fa ben sperare per il rilancio dell’area. Anche oggi nella sala al 30esimo piano del Pirellone è risuonato il nome di Giovanni Borghi, e questo significa parlare di lavoro, sport, innovazione, turismo e futuro per i nostri Giovani. Andiamo avanti e crediamoci, tutti assieme».

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 28 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore