Prosegue fino alle 21 di venerdì 16 giugno lo sciopero generale dei trasporti

La protesta indetta dai sindacati Cub, Sgb, Cobas lavoro privato e Usb contro le privatizzazioni in corso nel settore dei trasporti.

Avarie

Prosegue fino alle 21 di venerdì 16 giugno lo sciopero generale indetto dai sindacati Cub, Sgb, Cobas lavoro privato e Usb contro le privatizzazioni in corso nel settore dei trasporti.

Il trasporto locale si ferma con modalità diverse da città a città. A Milano lo sciopero è previsto (dopo lo stop della mattina) dalle 18 al termine del servizio. Dalle 15 alle 18, i mezzi dovrebbero circoleranno normalmente. Per informazioni si può consultare il sito di Atm.

I treni sono sottoposti a possibili pesanti disagi. Lo sciopero del trasporto ferroviario è indetto dal personale di Trenitalia e di Ferrovie dello Stato, di Trenord e di Ntv dalle 21 di giovedì 15 alle 21 di venerdì 16 giugno. Sono garantiti i collegamenti tra Milano Cadorna e Malpensa, con treni o autobus sostitutivi. Le Frecce circoleranno regolarmente. Garantiti anche i trasporti di Trenord da e per il Parco di Monza dove nella serata di venerdì 16 giugno è previsto il concerto dei Radiohead. Sui siti di Trenitalia, Trenord ed Ntv (Italo) ci sono le informazioni sullo sciopero.

Astensione dal lavoro anche per i dipendenti del trasporto aereo, fino alla mezzanotte di venerdì 16 giugno. Sul sito di Enac c’è l’elenco dei voli garantiti, oppure si può consultare il sito delle diverse compagnie aeree o degli aereoporti (QUI Linate e Malpensa).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore