Iacolino: «Un po’ di rammarico, ma sono orgoglioso del mio Varese»

I commenti dagli spogliatoi dopo la sconfitta 3-1 di Pisa. Ferri e Magrin sono delusi, Eusepi festeggia. Pagelle: Battistello gol e sostanza, brutto errore per Frigione

salvatore iacolino

Il Varese esce sconfitto dal campo, ma la testa dei biancorossi può rimanere alta. Lo sottolinea anche mister Salvatore Iacolino: «Abbiamo 9 giorni di lavoro, finché abbiamo avuto gambe siamo stati all’altezza della situazione giocando a calcio. Abbiamo fatto una gara da categoria superiore. Siamo riusciti a mettere in difficoltà una squadra come il Pisa. Peccato per l’errore del portiere; abbiamo qualche rimpianto ma sono orgoglioso della prestazione della squadra. Il Pisa non l’ho visto molto bene il primo tempo, poi sono cresciuti. In ogni caso a noi interessava più la prestazione che il risultato, anche se siamo andati vicini al pari. Dal mercato aspettiamo un difensore per sostituire Ghidoni infortunato, un portiere e se la società volesse regalarmi un altro pezzo grosso ne sarei contento».

Carmine Gautieri analizza la gara dal suo punto di vista: «Partite facile non ce ne sono.  Abbiamo subito i primi 15′, poi la squadra ha iniziato a giocare e abbiamo messo in pratica quanto fatto in allenamento. Dobbiamo migliorare sotto tanti aspetti, ma lo sappiamo. Ci aspettavamo che il Varese si chiudesse bene, ma siamo stati bravi»

Michele Ferri non nasconde un po’ di amarezza: «Abbiamo fatto un’ora di buon gioco, siamo stati compatti e siamo riusciti a passare in vantaggio. Poi abbiamo preso il rigore che si poteva evitare. Poi c’è stato questo infortunio, che può capitare, ma ci ha tagliato le gambe. Abbiamo cercato di dare loro un segnale partendo forte e ci siamo riusciti. Il gol ci ha aiutato e penso che abbiamo fatto una buona partita. Il Varese è una squadra importate e vogliamo migliorare il risultato dell’anno scorso».

Michele Magrin ha diretto bene la squadra, dimostrandosi un gran bel regista: «è la prima partita che facciamo assieme, c’è tanto la lavorare ma anche tante cose buone. Ci abbiamo creduto fino alla fine, pur sapendo la forza del Pisa. Volevamo fare buona figura e ci fa piacere ora prendere i complimenti. Sin dal primo giorno c’è stato un buon affiatamento nella squadra. Prepariamoci al meglio per l’inizio del campionato, è quello il nostro obiettivo. Sarebbe stato bello tornare in Serie C con il ripescaggio, ma ce la giocheremo sul campo».

Umberto Eusepi ha siglato una tripletta da ex: «E’ andata benissimo perché ci tenevo tantissimo fare gol. Per me è stata una grande soddisfazione perché volevamo passare il turno a tutti i costi. Sapevamo che non sarebbe stato facile perché il Varese è una squadra forte. A Varese sono sempre stato bene, sono andato via perché c’era un po’ di caos societario. Dispiace che non verranno ripescati».

LE PAGELLE:

FRIGIONE 5: Il suo errore sul secondo gol del Pisa compromette la gara del Varese. Peccato, speriamo si sia giocato il “Jolly” questa sera

SIMONETTO 6,5: Bravo in difesa contro un avversario ostico come Negro. Puntuale e ordinato
Battistello 6: Entra bene

FERRI 6,5: Guida bene la linea difensiva e trasmette personalità alla squadra da buon capitano

BRUZZONE 6: Una gara positiva, ma a volte un po’ troppo rude negli interventi

GRANZOTTO 6: Spinge bene, ma non è sempre preciso nei cross. Nel finale va in riserva e fatica. (Arca: s.v)

PALAZZOLO 7,5: Un gol, una traversa ma anche tanta sostanza. È dappertutto e recupera tanti palloni ma non disdegna neanche il gioco palla al piede

MAGRIN 6,5: Fa girare la squadra con ordine e precisione. Un bel regista per i biancorossi

MONACIZZO 6: Si vede poco, ma fa tanto gioco sporco. Cala nel finale e perde lucidità nelle scelte

ROLANDO 7: Punta, dribbla e aiuta in copertura. Sembra già in buona forma, ma gli manca un po’ di precisione nelle conclusioni

LERCARA 6,5: Un primo tempo molto buono, con tanta personalità. Si spegne nel secondo tempo, anche a causa dell’abbassamento della squadra

LONGOBARDI 6,5: Per 50’ corre come un matto, subisce falli e spazia per tutto l’attacco. Chi si aspettava una boa centrale e ferma è rimasto deluso.
Molinari 5,5: non trova mai lo spazio per colpire. È arrivato dopo in ritiro e si vede che è un po’ indietro rispetto ai compagni di squadra

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 30 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore