Ladro in ospedale colto sul fatto

Su segnalazione della vittima del furto i carabinieri si sono messi alla caccia dell'uomo, fermato ancora dentro alla struttura sanitaria

carabinieri polizia varie

I furti in ospedale sono tra i fenomeni più odiosi, almeno tra i reati contro il patrimonio, perché colpiscono spesso chi è in condizioni di difficoltà, fisica o emotiva.

Questa volta al ladro però è andata male. È successo nella serata di giovedì 27 luglio a Garbagnate Milanese, sede di un frequentato ospedale provinciale. Vittima è stata, in questo caso, non un degente ma una infermiera 58enne, che si è accorta che dalla sua borsetta, momentaneamente appoggiata in ambulatorio, era sparito il telefono cellulare.

Allertati dal 112, i Carabinieri sono arrivati in un attimo e hanno effettuato subito un giro d’ispezione all’interno della struttura. C’è voluta un po’ di abilità nello scorgere le reazioni delle persone presenti e accorgersi di un uomo che ha accelerato il passo per tentare di allontanarsi. È stato fermato e perquisito: in una tasca dei pantaloni aveva appunto il telefono che era stato sottratto poco prima, che pertanto è stato recuperato e restituito alla legittima proprietaria.

Il ladro – un 36enne, italiano residente a Garbagnate Milanese, magazziniere, pregiudicato per furto aggravato – sarà giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Milano .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore