La Varese Design Week vede rosa

Organizzata in una versione totalmente femminile, concentrata nel centro città, la settimana varesina questa volta anticiperà, dal 12 al 16 aprile, la Milano Design Week

Presentazione Varese design week 2018

La terza edizione della Varese Design Week è ai blocchi di partenza.

Organizzata in una versione totalmente femminile, concentrata nel centro città (e non più “spalmata” anche sui comuni limitrofi di Comerio e Besozzo), la settimana varesina questa volta anticiperà la Milano Design Week, facendo da “prequel” all’abbuffata milanese di design.

Silvia Giacometti, Silvana Barbato, Laura Sangiorgi e Nicoletta Romano, la presidente: sono loro le quattro “babe” dell’associazione Waresable che hanno presentato alcune anticipazioni dell’edizione 2018, che si terrà dal 12 al 16 aprile e che si presenta ricca di novità.

Innanzitutto, hanno svelato quale sarà il tema cardine dell’edizione attuale: il colore. O meglio il “colorful” festival, termine anglosassone che significa colorato, ma che si vuole intendere anche come multidisciplinare, interattivo e contaminato.

Presentazione Varese design week 2018

Tra le conferme rispetto alle edizioni precedenti, la presenza della Torsellini – la società che ha fornito l’affascinante installazione ai giardini Estensi, a forma di piramide – con una installazione “ancora più spettacolare, nel pieno centro di Varese” come ha spiegato, senza aggiungere altro, Nicoletta Romano. A quella installazione, poi, se ne aggiungerà un’altra – di cui non sono stati ancora resi noti ne autore ne particolari – in piazza XX Settembre, realizzata in collaborazione con i commercianti della piazza.

Da segnalare anche il ritorno della presenza del temporary store della Varese Design Week, che questa volta sarà localizzato in via Cavallotti: farà da centro espositivo e infopoint.

Il concorso legato alla Varese Design Week quest’anno sarà Dedicato a un settore di nicchia particolarmente attuale: il “pet design” , dedicato ai cuccioli di casa. Si prevede un notevole successo, almeno mediatico: “Ma è già oggetto di studio l’importanza commerciale di questo settore” ha spiegato Romano.

Il concorso, nato l’edizione scorsa, ha già dato vita a un prototipo ora commercializzato: la panchina vincitrice ell’anno scorso, disegnata da Gianni Magnolia, sarà prodotta da Track design: e una delle prima copie verrà donata, ufficialmente, al comune di Varese.

Oltre al liceo artistico Frattini di Varese, che ha già collaborato con la Varese Design Week, quest’anno la collaborazione con gli studenti di arte e design si allarga al mondo accademico milanese: a partecipare alla settimana varesina ci saranno infatti anche gli studenti del Politecnico di Milano e dello Ied.

Infine, sono state annunciate come megaospiti tre figure di prestigio a livello internazionale: ma di sapere chi sono, da parte delle organizzatrici, non c’è stato verso. L’unica anticipazione che è stata possibile strappare loro è stata che uno “E’ giovane e bello” e uno “ha partecipato alle edizioni precedenti”:  edentrambe le anticipazioni sembrano decisamente interessanti.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 12 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore