Il “Laghi” è partito: Simone Miele è il “re delle Bettole”

La prova spettacolo dell'ippodromo ha aperto la corsa che sabato proporrà il piatto forte. Vittoria per l'olgiatese che precede Dipalma e Crugnola davanti ad almeno 4mila tifosi. Pedersoli e Testa i primi big in crisi

simone miele rally dei laghi 2018

Il primo vincitore, in questo 27° Rally dei Laghi, è Simone Miele. Verdetto incontestabile a favore del pilota di Olgiate Olona che a bordo della sua Citroen Ds3 WRC navigata da Roberto Mometti ha messo in fila tutti gli altri grandi favoriti per il trono finale grazie a una prova senza sbavature, in cui la potenza della sua vettura ha avuto la meglio. Miele (vincitore al “Laghi” nel 2016) ha superato gli altri due giovani varesini attesissimi e tifatissimi: Giò Dipalma e Andrea Crugnola, entrambi su R5.

Galleria fotografica

Rally dei Laghi PS1 - di Maurizio Borserini 4 di 19

CLICCA QUI per visualizzare il live

Un secondo il vantaggio finale di Miele Jr. (1’28” netti il suo tempo) sul malnatese Dipalma (Skoda Fabia, navigatore “Cobra”), 1”3 su Crugnola che ha portato in gara una Fiesta navigata da Danilo Fappani. E dietro al trio giovane, largo ai più esperti di casa nostra: nell’ordine quarto e sempre regolare Freguglia a 2”2, quinto Pensotti a 3”4 e sesto il veteranissimo Mauro Miele a 4”1. Un elenco tutto varesino, interrotto solo al settimo posto dal comasco Porro che però è anche l’unico “big” venuto da fuori ad aver retto il colpo.

PEDERSOLI E TESTA, CHE ERRORI

Due dei più importanti pretendenti al podio, infatti, sono già fuori dai giochi per lo stesso, incredibile errore. Luca Pedersoli e Giuseppe Testa hanno imboccato al contrario una delle stradine su cui è stata disegnata la prova spettacolo delle Bettole-Magugliani Arena e quindi hanno dovuto invertire la marcia e riprendere la strada giusta (stesso sbaglio per Marchetti, tra i più attesi in R3). Conto salatissimo per loro in termini di tempi: il molisano Testa ha pagato quasi 28”, addirittura 43” quelli persi dal bresciano, furibondo al termine della prova. L’impossibilità di provare il tracciato, se non a piedi con quaderno alla mano, e la mancanza di shakedown hanno reso più difficile l’interpretazione del “pistino” interno alle Bettole; certo però che da piloti di questo spessore non ci si aspettano errori del genere.

SVIZZERI D’ASSALTO

Alle spalle della folta pattuglia di Wrc ed R5, i più bravi sono stati due piloti svizzeri. Kim Daldini, che ha forse sfruttato la sua esperienza in pista, ha chiuso 14° e comanda l’agguerrita battaglia in R3 davanti a Uslenghi e Bosetti, che ha pagato un’ultima curva troppo allagata. Dovrà invece rimontare l’atteso Ferrarotti, dotato del numero 5. Il connazionale di Daldini, Niki Buhler, si è preso il lusso di comandare tra le R2 davanti all’atteso De Tommaso, mentre un errore ha attardato Spataro. Tra le piccole, bella prova di Tondina, 21° su una Clio di classe S3.

CLICCA QUI per visualizzare il live

MIGLIAIA ALLE BETTOLE

Di certo, la cornice dell’ippodromo varesino non ha fatto rimpiangere la splendida prova spettacolo che negli anni scorsi si è svolta alla Colacem, tra Caravate e Gemonio. Secondo una prima stima sono stati almeno 4mila i tifosi presenti e attentissimi a quanto accadeva sul pistino ricavato all’intero delle Bettole. Un ottimo risultato numerico in termini di presenze che consola un po’ piloti e navigatori, forse meno felici di darsi battaglia qui e non all’imbocco della Valcuvia. Ma l’esperimento voluto da Asd Rally dei Laghi e Gandini Activ Group ci sembra ben riuscito: l’obiettivo era portare lo sport in città, accessibile a tutti, ed è stato centrato. Vedere poi le vetture ornate dalla fanaliere accese ha dato anche un tocco di fascino in più.

Rally dei Laghi PS1 - di Maurizio Borserini
Dipalma, ottimo secondo

SABATO IL PIATTO RICCO

Tre volte il Cuvignone, due volte Sette Termini e Valganna-Alpe per un totale di circa 88 chilometri di prove cronometrate. La vera classifica del rally si fa al sabato, con l’incognita maltempo in agguato e di conseguenza la scelta determinante delle gomme. Di fatto il risultato di questa sera servirà a poco, anche se i nomi dei protagonisti sono già quelli che si sono fatti largo nelle prime 7/8 posizioni. Insomma, tutto è apertissimo: Miele – ma anche Freguglia, Pensotti e Porro hanno qualche cavallo in più con le Wrc. Crugnola e Dipalma però hanno classe e piede per annullare la differenza di potenza. Un pronostico secco, onestamente, è durissimo.

DIRETTAVN

Sabato 17 tutte le informazioni, le classifiche e le immagini del “Laghi” passeranno dallo speciale liveblog che VareseNews propone con il supporto degli sponsor “Marazzato Group”, “Chicco d’oro” e “Fai – Collezione e Villa Panza”. Per intervenire i lettori possono scrivere nello spazio commenti o usare su Twitter e Instagram gli hashtag #direttavn e #rallydei laghi.
Per visualizzare al meglio la diretta CLICCATE QUI.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 16 marzo 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rally dei Laghi PS1 - di Maurizio Borserini 4 di 19

Galleria fotografica

Riflessi di Rally - La PS1 di Luca Roncari 4 di 16

Galleria fotografica

Rally dei Laghi all'Ippodromo 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore