“Prenditi un attimo” è il telo che ornerà la caserma Garibaldi

A vincere il sondaggio on line è stata l'opera "Prenditi un attimo" di Francesca Somaini, studentessa del liceo artistico Frattini di Varese

la tela vinctrice del concorso alla caserma garibaldi

Per scegliere quale opera coprirà la facciata della ex Caserma Garibaldi hanno votato 8500 varesini, con il primo sondaggio on line lanciato dal comune di Varese.

Galleria fotografica

la tela vinctrice del concorso alla caserma garibaldi 4 di 7

E ora è stato scelto il vincitore tra i quattro disegni in finale sottoposti alla votazione dei cittadini: “Prenditi un attimo” di Francesca Somaini, “Stringi Varese” di Sara Traiani, “Scorci varesini“, di Sofia Semilia, “La pianta del futuro” di Kraft Elia.

Il risultato è emerso negli ultimi giorni del sondaggio con un vero testa a testa tra le opere di Francesca Somaini e Sofia Semilia: a vincere, per una manciata di voti in più ad essere scelta dai varesini è stata l’opera “Prenditi un Attimo” di Francesca Somaini, con il 45% delle preferenze totali. Seconda in classifica per un giorno è invece Sofia Semilia con l’opera Scorci Varesini.

A presentare questa mattina, 27 aprile 2018,  la vincitrice del progetto e il disegno più votato sono stati il sindaco Davide Galimberti, l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati, il consigliere comunale Giacomo Fisco, la preside del Liceo Artistico Frattini insieme agli insegnanti Emanuela Biancuzzi e Gabriele Benefico che hanno seguito i ragazzi durante i lavori ed Eugenio Romani, direttore di ACI Varese. Presenti in conferenza, in rappresentanza della giuria, anche Graziella Roncati Pomi, per il settore del commercio varesino e l’artista varesino Silvio Monti.

Tutti i relatori hanno sottolineato la grande valenza del progetto artistico realizzato dagli studenti varesini. Lavoro che è stato molto significativo per i ragazzi sia come esperienza professionale e artistica e sia come partecipazione alla vita della città delle giovani generazioni.

Ora il Comune, attraverso un bando, sta selezionando la società che realizzerà il telone che nelle prossime settimane verrà applicato sulla facciata della ex Caserma. Inoltre al progetto hanno aderito anche Aspem e Aci che hanno contribuito con i propri contenuti alla realizzazione artistica del telo.

Al centro dello spazio della facciata dunque verrà posizionata l’opera realizzata dalla studentessa del Liceo Artistico e scelta dai cittadini mentre ai due lati sono stati inseriti alcuni dei temi che l’amministrazione sta portando avanti dal progetto stazioni, al festival Nature Urbane, a “Varese si Muove”, alla raccolta differenziata e, insieme ad Aci, la campagna sulla sicurezza stradale

COM’E’ ANDATO IL PROGETTO

Il Comune di Varese nei mesi scorsi ha proposto agli studenti del Liceo Artistico Frattini di Varese di realizzare il progetto artistico per il telone che coprirà la facciata della ex Caserma di piazza Repubblica.

Una classe di giovani artisti e creativi si è messa al lavoro e ha realizzato 10 opere che sono poi state selezionate da una giuria tecnica composta dal designer e artista di fama internazionale Marcello Morandini, da Gianmarco Gaspari, presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi dell’Insubria, Roberto Cecchi, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Varese, Andrea Civati, assessore alla Pianificazione Territoriale del Comune di Varese, Fabio Giovanetti, preside Liceo Artistico Frattini, Graziella Roncati Pomi, componente settore Commercio Giunta Camera di Commercio e Industria di Varese, dalla giornalista Luisa Beatrice Negri, dall’artista varesino Silvio Monti e dell’insegnante Elena Ceci. La giuria ha quindi selezionato le quattro opere che sono state inserite nel sondaggio online a cui hanno partecipato oltre ottomila varesini.

la tela vinctrice del concorso alla caserma garibaldi

Il team degli studenti del Liceo Artistico che hanno realizzato le proposte artistiche è composto da: Sara, Samuele, Francesca, Edoardo, Elia, Giulia, Sofia, Sintayehu e Sofia. Gli studenti sono stati seguiti dai docenti  Emanuela Biancuzzi e Gabriele Benefico.

Il percorso dei ragazzi è stato ricco di iniziative formative. I ragazzi hanno effettuato alcune lezioni di comunicazione con i responsabili del Comune. Gli studenti hanno effettuato anche un sondaggio tra i cittadini proprio in piazza Repubblica per coinvolgere i cittadini nella ricerca dell’idea giusta per l’opera che verrà impressa sul telo. In seguito i ragazzi sono stati coinvolti in altre lezioni con una agenzia di comunicazione che gratuitamente si offerta di incontrare gli studenti e con il centro che stamperà il telo. Gli studenti hanno incontrato anche il progettista che ha realizzato il progetto di riqualificazione della piazza e della Caserma. Tutte queste lezioni sono servite ai ragazzi sia per la realizzazione del progetto artistico ma anche per un percorso formativo di alta qualità. Gli studenti inoltre realizzeranno una mostra che documenterà tutto il lavoro svolto in questi mesi esponendo tutte le 10 opere realizzate.

LA SPIEGAZIONE DELL’OPERA VINCITRICE

“Prenditi un attimo”
di Francesca Somaini

La mia proposta vuole divertire chi osserva. In questo elaborato ho semplificato e riprodotto una mappa della città di Varese, evidenziandone i luoghi simbolici e i percorsi più caratteristici. Con un pizzico di spirito d’esplorazione, chiunque può così andare alla scoperta dei luoghi più significativi della nostra bella città attraverso una rappresentazione vivace, dinamica e ironica. I colori vivaci invitano l’osservatore a curiosare, interagire, riflettere, fermarsi… in una parola a vivere di più la piazza e i suoi dintorni. Mettetevi alla prova!

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

la tela vinctrice del concorso alla caserma garibaldi 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Casermone inutile, brutto, squallido. In qualsiasi altra città europea sarebbe già stato abbattuto. Al suo posto meglio il nulla, piuttosto fateci un parco, dei giardini comunali che mitigano un po’ l’altra orrenda piazza antistante, spoglia, triste, che svolge solamente la funzione di coperchio per il parcheggio sottostante. Ennesimo regalo fatto al centro commerciale lì vicino.

Segnala Errore