Traffico in aumento su Pedemontana: +23% in un anno

I dati del 2017 fanno ben sperare la società con una crescita del traffico e dei pagamenti a doppia cifra. Ma i conti rimangono ancora in rosso

Pedemontana varese

È una crescita a doppia cifra quella del traffico sulla Pedemontana: su ogni tratta e in ogni categoria di mezzi nell’ultimo anno si è registrato il segno più. Questo è quello che spicca nel bilancio 2017 depositato dall’azienda che gestisce le tangenziali di Varese e Como e la A36, facendo intravedere un futuro meno fosco per la società che in passato ha rischiato il fallimento.

Il traffico in aumento

Complessivamente il traffico sulla rete ha visto un aumento del 23% rispetto al 2016. Stiamo parlando dei chilometri percorsi in totale dalle auto e in questo naturalmente la parte del leone in questo la fa la A36, il core business della rete, che da sola assorbe l’83% delle percorrenze su Pedemontana lasciando alle tangenziali di Varese e Como rispettivamente l’11 e il 6% dei transiti. Tradotto in automobili stiamo parlando di una media quotidiana di 17.811 veicoli sulla A36, 10.124 sulla tangenziale di Varese (A60) e 9.815 su quella di Como (A59) per un totale quindi di oltre 37.000 veicoli.

“Il traffico rilevato nel 2017 ha registrato percentuali di crescita molto significative e con il trascorrere del tempo si sta sempre più riducendo la differenza rispetto alle stime di traffico usate per l’elaborazione del PEF 2014” si legge nel bilancio, in cui si precisa come “il confronto tra i volumi di traffico pone chiaramente in evidenza come il traffico sul sistema Pedemontana stia costantemente crescendo in maniera rilevante”. Un’asserzione che sarebbe confermata anche dai dati dei transiti tra gennaio e maggio 2018 in cui i transiti sono (quasi) sempre a doppia cifra.

I pedaggi crescono, i conti no

Ad un aumento del traffico corrisponde -naturalmente- anche un aumento degli introiti della società. Il ricavo netto dei pedaggi nel 2017 è stato di 29,2 milioni di euro con un aumento di beh 6,1 milioni rispetto al 2016. In questo senso il sistema di pagamento preferito dagli automobilisti è il Telepass, che è stato utilizzato nel 70% dei casi. Tra l’altro gli automobilisti che hanno percorso Pedemontana hanno anche beneficiato di un sostanzioso pacchetto di incentivi che, a fine anno, è costato più di 2 milioni di euro.

Ma nonostante il positivo andamento dei transiti i conti di Pedemontana sono ancora in rosso. Alla fine il 2017 il bilancio si è chiuso con una perdita di 7,4 milioni di euro, un buco causato principalmente dall’aumento dei costi operativi, della fine delle agevolazioni fiscali e dal fondo che è stato creato per il contenzioso con l’azienda che dovrebbe costruire le tratte rimanenti della Pedemontana.

Marco Corso
marco.corso@varesenews.it

Cerco di essere sempre dove c’è qualcosa da raccontare o da scoprire. Sostieni VareseNews per essere l’energia che permette di continuare a farlo.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.