Inseguimento in autostrada: fuggitivo si schianta su guardrail

È successo nella mattina di sabato sulle strade della periferia cittadina e poi sulle corsie dell'A9

carabinieri pattuglia generica notte

Ha ignorato l’alt dei carabinieri e ha cercato di scappare dando vita ad un inseguimento che si è concluso contro il guardrail dell’autostrada A9 Milano-Como. Così è finito nei guai un marocchino 29enne irregolare tornato in Italia dopo essere stato espulso due anni fa.

A trovarlo, mentre era al volante di un’Audi A6, i carabinieri del Radiomobile della compagnia di Saronno. Sabato mattina i carabinieri, impegnati in un servizio di controllo del territorio hanno visto l’auto uscire da un’area boschiva in viale Lombardia a Saronno ed hanno deciso di controllare la vettura. In realtà lo straniero al volante invece di fermarsi ha accelerato, ma i militari non si sono lasciati prendere di sorpresa e hanno iniziato ad inseguirlo.

Percorrendo via Parma l’Audi è entrata allo svincolo di Origgio Uboldo e ha proseguito al sua corsa fino a quando, complice una manovra azzardata, non è arrivato l’impatto con il guard rail. Il conducente ha cercato di scappare a piedi ma è stato bloccato dai carabinieri. L’Audi è stata sequestrata mentre con l’identificazione i carabinieri hanno scoperto che lo straniero era irregolare sul territorio nazionale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Con che coraggio leggendo queste notizie ancora si critica l’operato di Salvini? non sono leghista,ma è inammissibile e intollerabile che un delinquente già espulso dal nostro paese sia clandestino a piede libero mettendo in pericolo la vita dei carabinieri e di chi gli sta intorno,il rispetto delle leggi e la sicurezza dei cittadini onesti deve essere la priorità assoluta,tutto il resto è solo demagogia.

Segnala Errore