I “luoghi del cuore” di Lombardia

C'è tempo fino al 30 novembre per segnalare chiese, edifici civili, siti storici e naturali. Tra i dieci luoghi più votati nella nostra Regione c'è anche il Lazzaretto in valle Olona

I luoghi del cuore della Lombardia 2018

Manca un mese al termine della 9ª edizione del censimento nazionale dei luoghi da non dimenticare organizzato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Ancora 30 giorni per votare i luoghi più amati e contribuire a tutelarli, valorizzarli o salvarli da degrado e abbandono con un gesto concreto.

Galleria fotografica

I luoghi del cuore della Lombardia 2018 4 di 9

Sono oltre un milione i voti ricevuti finora per più di 35mila differenti “luoghi del cuore” e tra i dieci più votati in Lombardia appare anche un bene del Varesotto: è il Lazzaretto di Marnate, che grazie a una grande mobilitazione in valle Olona ha raccolto 2808 voti ed è quindi il settimo luogo più votato nella nostra regione.

Il Lazzaretto di San Rocco a Marnate, realizzato tra la fine del Seicento e gli inizi del Settecento, è un luogo sacro dedicato al santo protettore degli appestati.  Costruito in memoria della peste del 1630, è costituito da un’aula unica a forma rettangolare sormontata da un tetto a capanna e la sua storia è particolarmente avventurosa nel Novecento: nel 1911 divenne un ospedale per i malati di colera, durante la Seconda Guerra Mondiale fu poi magazzino per gli approvvigionamenti dell’esercito tedesco, per poi ritornare a essere edificio sacro. La chiesa necessita di un intervento di messa in sicurezza e di restauro: il comitato “per la tutela e conservazione del Lazzaretto di Marnate”, attivo per la raccolta dei voti dalla scorsa edizione del censimento, si sta impegnando, insieme alla Parrocchia di Sant’Ilario, proprietaria del bene, al Comune, alla Pro Loco e a diverse associazioni locali, nell’opera di valorizzazione e nella ricerca dei fondi necessari per il recupero. È anche un luogo che non appartiene solo al paese: si trova infatti nella valle dell’Olona, che è un asse che collega – con la strada e la ciclabile – tutti i paesi della zona.

I luoghi del cuore della Lombardia 2018

Appena fuori provincia – ma legata anche da quel bel percorso che è l’alzaia del naviglio Grande – è invece la Serra di Villa Annoni a Cuggiono (nono sito più votato in Lombardia). Il luogo più votato di Lombardia è invece il Santuario della Madonna della Cornabusa, antichissimo luogo di culto realizzato in una grotta nelle valli bergamasco: è anche il quarto più votato di tutta Italia.

 

I luoghi più votati in Lombardia per il censimento FAI I luoghi del cuore

* Santuario della Madonna della Cornabusa, Sant’Omobono Terme (BG)
* Basilica di Santa Giulia, Bonate Sotto (BG)
* Castello Visconteo, Binasco (MI)
* Chiesa di Santa Maria di Bressanoro, Castellone (CR)
* Castello di Branduzzo, Castelletto di Branduzzo (PV)
* Monastero del Carmine, Bergamo
* Lazzaretto di San Rocco, Marnate (VA)
* Tempio civico dell’Incoronata, Lodi
* Serra esotica di Villa Annoni, Cuggiono (MI)
* Chiesa di Santa Lucia, Cremona

Manca ancora un mese, nella grande sfida a suon di firme che mobilita spesso anche associazioni, comitati, gli stessi Comuni.
Doppio l’obiettivo che stimola a partecipare a questa iniziativa davvero unica e a compiere un gesto d’amore verso luoghi d’arte e natura bisognosi di cure e protezione: da un lato, la realizzazione di un intervento diretto sulla base di specifici progetti d’azione per i primi tre luoghi classificati, a cui verranno destinati rispettivamente 50mila, 40mila e 30mila euro, e per il bene vincitore della speciale classifica dei “luoghi d’acqua” a cui saranno assegnati fino a 20mila euro. Dall’altro, la grande visibilità ai luoghi votati durante il censimento che, oltre a sensibilizzare la popolazione sull’importanza del proprio patrimonio e sulla necessità di una sua tutela e valorizzazione, può portare in alcuni casi alla nascita di collaborazioni virtuose tra società civile, associazioni e istituzioni del territorio e trainare così lo stanziamento di ulteriori contributi.

I luoghi che riceveranno almeno 2.000 voti potranno inoltre presentare una richiesta per un intervento sostenuto da FAI e Intesa Sanpaolo, secondo le linee guida che verranno diffuse nel 2019 dopo l’annuncio dei risultati e sulla base delle quali verranno selezionati i beneficiari di contributi economici fino a un massimo di 30mila euro. In totale, nel 2019, verranno messi a disposizione 400mila euro.

C’è tempo fino al 30 novembre 2018 per votare i propri “luoghi del cuore”: un’occasione unica per esprimere il proprio amore per l’Italia e condividerlo con chi riconosce nelle bellezze del nostro Paese la propria identità. Ecco le modalità di partecipazione al censimento: sul sito www.iluoghidelcuore.it; raccolta voti su moduli cartacei (scaricabili dal sito www.iluoghidelcuore.it); nelle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

I luoghi del cuore della Lombardia 2018 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore