Morire “da boss” a 19 anni

Un appuntamento per tutti e non solo per addetti ai lavori. Venerdì 9 novembre proiezione del docu-film ES 17, su Emanuele Sibillo, il capo della "paranza dei bambini"

Nome di battaglia “ES17”. E. S. come Emanuele Sibillo, un ragazzo che, ancora minorenne, inizia la scalata nel mondo della camorra, fino a divenire il giovanissimo boss di un clan che cerca di imporsi nel centro storico di Napoli. 17 come la malasorte che vuole esorcizzare, in un gesto scaramantico che comunque non lo salverà dal morire non ancora ventenne.

La sua storia è al centro di “ES17 – Dio non manderà nessuno a salvarci”, un film-inchiesta nata da un’idea di Roberto Saviano.

La proiezione del documentario web (venerdì 9 novembre dalle 16 alle 18 in Sala Campiotti) sarà lo spunto per parlare dei nuovi linguaggi nel giornalismo d’inchiesta.

Un appuntamento del Festival davvero da non perdere, aperto a tutti, non solo agli addetti ai lavori.

A Festival Glocal la storia del “re della paranza dei bambini”

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore