Somma ricorda i caduti della Prima Guerra Mondiale

il gruppo Alpini e il Comune, con due diversi eventi nel fine settimana, ricordano le vittime del '15-18 nel centenario della conclusione del conflitto

Somma Lombardo generiche

Per il centenario dalla fine della Grande Guerra, il gruppo Alpini organizza una manifestazione per commemorare le vittime e per non dimenticare la storia. È uno degli eventi che la Città di Somma Lombardo promuove in occasione dell’importante anniversario.

L’incontro egli Alpini, fissato per sabato 3 novembre, inizierà alle 18.30 in piazza Vittorio Veneto a Somma Lombardo, per poi concludersi con una cerimonia davanti al monumento agli alpini (inaugurato nel 1985, opera del noto scultore locale Stefani, dedicato “a tutti gli Alpini in pace”).

«In occasione della celebrazione della fine della Prima Guerra Mondiale vogliamo dimostrare la nostra gratitudine e ricordare e onorare degnamente tutti quei giovani che cento anni fa hanno donato la loro vita per quel sentimento e quei valori che oggi si fatica a ritrovare nei loro attuali coetanei» spiega il capogruppo dell’Associazione Nazionale Alpini di Somma Lombardo, Davide Martinelli. Nei giorni scorsi il presidente dell’Ana Sebastiano Favero ha anche chiesto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di ripristinare il 4 novembre come festa nazionale.

L’intera Città di Somma Lombardo verrà coinvolta invece il giorno dell’anniversario “in un evento per ripudiare la guerra come strumento
di offesa alla libertà di altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Il ritrovo per la commemorazione ufficiale è fissato per domenica 4 novembre alle 9.30 nella sala del Comune. A partire dalle ore 10 seguiranno la Santa Messa nella Basilica di Sant’Agnese e il successivo corteo accompagnato dal corpo musicale La Cittadina.

di
Pubblicato il 25 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore