Marito e moglie morti in una baita

La tragedia in Valtellina. Probabile causa una fuga di monossido

Esercitazione in grotta per il Soccorso alpino

Due coniugi di Tresivio sono morti sabato in una baita in quota ad Aprica, uccisi probabilmente dal monossido sprigionato da un impianto mal funzionante all’interno della casa. Il recupero dei corpi è stato effettuato con l’aiuto degli uomini del Soccorso Alpino.

Le indagini sono condotte dai i carabinieri. E’ stato sequestrato l’impianto.
L’allarme ai soccorritori è stato dato dal figlio della coppia perché i genitori, uccisi dalle esalazioni probabilmente nella scorsa notte, non rispondevano ai cellulari. Il medico legale che non ha potuto che constatare il decesso della coppia.
Le salme sono state riportate a Valle con l’elicottero ed è stato avvisato il magistrato di turno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore