I tifosi della Pro Patria chiamano tutti al Sociale per il libro del centenario

Martedì sarà presentato il libro di Carlo Albè “100 anni di Pro”, i cui proventi andranno in beneficienza. Presenta il giornalista di Sky Fabio Tavelli, ingresso libero

carlo albè libro pro patria

Dicono che il calcio sia solo uno sport. Dicono. Chi lo pensa, dovrebbe venire a Busto Arsizio e scoprire ciò che nell’ultimo anno è stato realizzato dai tifosi della Pro Patria, in occasione del Centenario della squadra.

L’occasione per conoscere il progetto a cui ci riferiamo ci sarà martedì 4 dicembre al Teatro Sociale di Busto Arsizio, quando verrà presentato il libro “100 anni di Pro”, opera nata dalla passione per il calcio, ma capace di coniugare impegno sociale e amicizia. Abbiamo incontrato Carlo Albè, scrittore bustocco autore dell’opera, che ci ha raccontato come stanno andando i preparativi per la serata: “E’ tutto pronto, siamo emozionati, ma anche ricchi di aspettative. Crediamo davvero in questo progetto, soprattutto per la finalità benefica che si prefigge. I proventi della vendita del libro andranno infatti a tre associazioni: ‘La Casa di Chiara’, che si occupa dell’acquisto di attrezzature pediatriche per bambini anti prematuri, il canile ‘Apar’ di Busto Arsizio e ‘Asd Ability Apnea’, un’associazione sportiva dilettantistica nata con lo scopo di avvicinare ragazzi con disabilità intellettiva al mondo dell’apnea”.

Un doppio scopo, quindi, celebrare il calcio e celebrare la vita, per un progetto che ha visto un lavoro corale di tanti tifosi, tutti volontari, come lo stesso Albè: “Il libro, che ho scritto in collaborazione con Giovanni Castiglioni, curatore delle introduzioni tecniche, e con le foto di Emanuele Reguzzoni, presenta 102 ritratti di giocatori, ex giocatori e tifosi storici della squadra ed è rappresentativo di quanto conti la Pro Patria per noi: questa squadra è fatta dalla gente, da persone appassionate che la seguono nonostante le difficoltà degli ultimi anni, come cambi societari, retrocessione, calcio scommesse. E’ proprio nei momenti di maggior crisi che il cuore fa la differenza: in quel difficile periodo, per l’esattezza nel 2015, è nata l’associazione ‘100 anni di Pro’, un gruppo di tifosi, con Lele Magni e Lorenzo Pisani in testa, decisi a celebrare il Centenario, creando qualcosa che facesse bene a chi ama questi colori, ma non solo. Siamo molto fieri della possibilità di aiutare le associazioni a cui andrà il ricavato del libro”.

La serata di martedì non sarà interessante solo per i tifosi di calcio, ma è stata strutturata per entusiasmare anche tutti i bustocchi che decideranno di partecipare, come spiega Albè: “I sette brani del libro scelti saranno proposti con accompagnamento musicale e come uno spettacolo teatrale. Saranno presenti anche ex giocatori come Vecchio, Serafini e Manicone e il loro sostegno ci riempie d’orgoglio. Vogliamo offrire alla città una serata giovane, ricca di entusiasmo, impreziosita dalla presenza del giornalista di Sky Fabio Tavelli, che condurrà l’evento. L’ingresso al Teatro Sociale è libero e ci aspettiamo una grande partecipazione: finora le prenotazioni ci lasciano ben sperare nei bustocchi. Speriamo inoltre che la società e la squadra ci mostrino il loro supporto, ci auguriamo di averli con noi per festeggiare la squadra che tutti amiamo. E’ davvero importante e da parte loro sarebbe un segnale importante”.

Chi ha nel cuore questa squadra non può mancare, quindi, ad una serata bianco-blu dedicata al calcio, al teatro, alla città di Busto Arsizio e, soprattutto, alla solidarietà: “Visto l’approssimarsi del Natale – conclude Albè – l’acquisto del libro (che martedì in teatro sarà in vendita al costo di 10 euro) potrebbe essere anche un’ottima idea regalo, e ricordando lo scopo benefico della vendita sarebbe un dono ancora più prezioso”.

di
Pubblicato il 29 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore