Via al nuovo Consiglio, Antonelli critica il passato ma apre al confronto

Una prima seduta molto formale ha dato il via al nuovo Consiglio provinciale di Varese uscito dalle elezioni del 31 ottobre: ufficializzate le deleghe ai consiglieri di maggioranza

consiglio provinciale varese

Una prima seduta molto formale ha dato il via al nuovo Consiglio provinciale di Varese uscito dalle elezioni del 31 ottobre: con il giuramento del neo Presidente Emanuele Antonelli e l’ufficializzazione delle deleghe ai consiglieri comincia il cammino della nuova amministrazione provinciale.

Galleria fotografica

Il primo Consiglio provinciale 4 di 15

Tra i banchi del Consiglio di Villa Recalcati Antonelli ha confermato le indicazioni trapelate nei giorni scorsi assegnando la vicepresidenza al leghista Alessandro Fagioli che ha ottenuto anche le deleghe a Cultura e Rapporti Istituzionali, Marco Riganti al Bilancio, Partecipate e Patrimonio, Giuseppe De Bernardi Martignoni quelle allo sport e al Turismo, Simone Longhini ha ricevuto le deleghe su Ambiente e Servizio Idrico Integrato, Corrado Canziani all’Edilizia Scolastica, Alberto Barcaro a sicurezza, protezione civile e nucleo faunistico, Marinella Colombo ha ricevuto le deleghe sul Territorio, Maria Paola Reguzzoni ai Trasporti e allo Sportello Unico della Attività Produttive, Mattia Premazzi a Inclusione sociale, Istruzione, Formazione e Politiche del Lavoro e infine Marco Magrini ha ricevuto le deleghe a su Viabilità, Attività Produttive e Accordi di Programma. Il Presidente Antonelli ha trattenuto per se la delega al Personale.

ANTONELLI CRITICA IL PASSATO MA APRE AL CONFRONTO
Nel suo discorso inaugurale il Presidente Emanuele Antonelli ha criticato i suoi predecessori ma ha voluto comunque aprire al confronto con la minoranza: «avrò totale disponibilità a discutere con voi e con chiunque rappresenti il territorio ogni esigenza – ha detto il Presidente – in discontinuità con il passato di questo ente che era caratterizzato da un’impalbabile presenza dell’istituzione provinciale che noi vogliamo sia più attiva. Il mio orizzonte è il lavoro, la presenza costante e l’attenzione ai cittadini». Dopo la critica, però, il Presidente ha annunciato che non avrebbe letto le linee guida del mandato aprendo al confrotno: «non le trovate oggi all’ordine del giorno perché sono elementi di grande importanza che rappresenteranno i prossimi 4 anni di mandato. Devono essere presentati non in modo superficiale ma approfondite e in contraddittorio con tutti i rappresentanti. Condivideremo programmi e strategie superando fin dove potremo la divisione di maggioranza e opposizione. Il nostro compito è quello di unire i territori».

Dai banchi della minoranza sono intervenute le due anime che caratterizzano il gruppo dei Civici e Democratici: quella del Partito Democratico e la componente civica rappresentata da Giuseppe Licata.

GUARDA TUTTI I VOLTI E I RUOLI DEI CONSIGLIERI

Martina Cao ha ripercorso tutti i risultati dell’amministrazione Vincenzi: «abbiamo lavorato in una situazione di emergenza viste le condizioni finanziarie che ad un certo punto hanno messo anche in discussione la continuità operativa della Provincia». Cao ha rivendicato il ruolo che Villa Recalcati ha saputo ritagliarsi in una fase di profondo cambiamento: «il periodo in cui abbiamo amministrato non era facile per via della riforma che si è arenata sui risultati del referendum costituzionale, tuttavia abbiamo portato la Provincia di Varese ad essere la casa dei comuni: un ente di supporto e collaborazione fra amministratori e questo è un risultato che va tutelato operando al di sopra dei colori politici che oggi fanno parte di questo Consiglio».

consiglio provinciale varese

Dai banchi della Maggioranza sono invece intervenuti Marco Riganti per il Polo civico, che ha fatto un appello «agli amici della Lega» per chiedere al Governo una riforma della legge Delrio e restituire risorse e funzioni alle province, e il capogruppo leghista Corrado Canziani che ha rivendicato i risultati elettorali del Carroccio. Marco Magrini, infine, ha ricordato i passi che lo hanno portato tra le fila del centrodestra annunciando che la macchina provinciale si è già mossa in questi giorni per prevenire i problemi legati alle possibili nevicate di questi giorni.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il primo Consiglio provinciale 4 di 15

Video

Via al nuovo Consiglio, Antonelli critica il passato ma apre al confronto 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore