Dai ristorni svizzeri una pioggia di milioni per le casse dei comuni frontalieri

In tutto i ristorni sono 31 milioni di euro dei quali 7,8 milioni sono versati alla Provincia e i restanti 22 direttamente ai comuni di residenza dei lavoratori

Frontalieri

A Luino vanno 2,5 milioni di euro, a Malnate 1,7, Lavena Ponte Tresa 1,5, Arcisate 1,3 milioni e a Viggiù 1,2.

In tutto sono 22,3 milioni di euro e sono i soldi assegnati ai comuni del Varesotto dai ristorni dei lavoratori frontalieri. Quelli che abbiamo citato sono i comuni che ricevono più di un milione di euro ma ci sono anche comuni come Saltrio, Marchirolo, Cugliate Fabiasco, Induno Olona, Cantello, che ne ricevono oltre 800 mila e altri comuni con cifre minori.

Questi soldi completano il quadro dei ristorni fiscali maturati lo scorso anno dai frontalieri e che ritorneranno al nostro territorio attraverso le casse dei comuni.

In tutto i ristorni sono 31 milioni di euro dei quali 7,8 milioni sono versati alla Provincia e i restanti direttamente ai comuni di residenza dei lavoratori che rientrano nell’accordo fiscale tra Italia e Svizzera. I soldi sono ripartiti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze secondo i criteri stabiliti da Regione Lombardia per i comuni della provincia di Varese. Si tratta di un milione di euro in più rispetto allo scorso anno.

“Sono cifre importanti – commenta la vicepresidente del Consiglio regionale lombardo Francesca Brianza che ha reso noto l’ammontare determinato dal decreto del ministero delle finanze -. Cifre che permetteranno ai nostri comuni di mettere in cantiere opere indispensabili e finanzieranno servizi essenziali per il nostro territorio e le nostre comunità. Sono somme sono in constante crescita se pensiamo che le risorse sono aumentate di un milione di euro rispetto allo scorso anno”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore