Natale di solidarietà, i bambini della scuola aiutano le famiglie in difficoltà

Centinaia di confezioni di cibo e di prodotti l'infanzia sono state raccolte grazie alla Colletta Alimentare dell'istituto comprensivo Cassano II

Le colletta alimentare 2014 (inserita in galleria)

Migliaia di confezioni di pasta, bottiglie d’olio, scatole di biscotti, scatolette di carne e verdure. È il risultato della mobilitazione dei bambini delle scuole dell’Isituto Comprensivo Cassano II, in occasione del Natale.

«A partire dalla prima settimana di dicembre tutti gli alunni del nostro Istituto hanno partecipato con entusiasmo alla settimana della Colletta Alimentare, un’importante iniziativa che si rinnova ogni anno coinvolgendo bambini, genitori ed insegnanti in una gara di solidarietà. Nel territorio cassanese sono tante le famiglie in difficoltà economica che, grazie all’azione quotidiana della Caritas, possono incontrare una risposta alle loro necessità fondamentali. La Colletta Alimentare a scuola nasce proprio dal desiderio di sostenere questa realtà cittadina invitando gli alunni ad offrire un piccolo aiuto verso i più deboli, attraverso un gesto concreto: il dono di un alimento».

«La risposta è stata, come al solito, sorprendente. Tutti gli alunni, dai più piccoli della scuola dell’Infanzia “Munari” fino ai bambini della scuola Primaria “Fermi” e ai ragazzi della scuola Secondaria di Primo Grado “Maino”, hanno portato a scuola, moltissimi alimenti di vario genere che sono stati poi raccolti da alcuni genitori volontari e trasportati presso la sede della Caritas».

Complessivamente, nei tre plessi, sono state raccolti centinaia di scatole: 615 prodotti per l’infanzia, 444 confezioni di pasta, 283 confezioni di passata di pomodoro, 1141 scatolette di vario genere, 179 pacchi di zucchero, 143 cartoni del latte, 69 bottiglie e lattine d’olio, 213 confezioni di altri alimenti.

L’istituto comprensivo «ringrazia il Comitato genitori per l’organizzazione dell’evento e tutte le famiglie che hanno partecipato all’iniziativa offrendo un esempio semplice ma concreto di condivisione e di solidarietà».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore