A maggio 500 studenti sapranno fare il massaggio cardiaco

In cantiere una grande iniziativa con 118 e associazione Io vivo Luino. “Diffondere la cultura del soccorso"

Avarie

Si chiama “BLS laico”, dove l’acronimo del massaggio cardiaco (dall’inglese basic life support) si sposa con un’idea: se ti trovi per strada, e una persona ha un arresto cardiaco, puoi salvargli la vita anche se non sei un esperto.

Come? In tre passaggi: avvisare il 118 (componendo il numero unico 112), praticando in maniera efficace le prime manovre salvavita e, se a disposizione nelle vicinanze, applicando i due “cerottoni” – le piastre – del defibrillatore e seguire le indicazioni della macchina.

Manovre semplici. Che però si devono conoscere: nei luoghi dove questo avviene la mortalità per arresto cardiaco diminuisce.

Per questo oggi, martedì, in Comune a Luino si è tenuto un briefing informale per pianificare la grande iniziativa che si terrà in città il prossimo 4 maggio a cui parteciperà il 118 ma anche il Comune e le associazioni interessate tra cui “Io vivo a Luino”.

Un interesse, quello per le manovre salvavita, che deve partire dalle nuove generazioni. «E per questo saranno centinaia gli studenti lunensi che presto sapranno come comportarsi in caso di bisogno, apprendendo le manovre per il BLS laico», ha spiegato il responsabile del 118 della provincia di Varese Guido Garzena, presente all’incontro.

In tutto saranno oltre 500 i ragazzi, di tutte le scuole della città, che potranno partecipare a queste lezioni teoriche e pratiche per dare vita ad una giornata del soccorso che nulla avrà da invidiare a quelle che si tengono in centri ben più grandi.

Il Luinese, come si è ricordato, è terreno fertile per la logica della prevenzione. Cartina tornasole di tutto ciò sta anche nella buona diffusione, in un territorio difficile come quello montano, di numerosi presidi in cui sono custoditi i defibrillatori.

di
Pubblicato il 12 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore