Marco Dolce: «Mi candido a sindaco»

Milanese di nascita, «ma col paese nel cuore» guiderà la lista “Duno“

Avarie

Le elezioni amministrative si avvicinano e anche nella piccola Duno si scaldano i motori: dopo le dimissioni del sindaco Francesco Paglia arriva la notizia della discesa in campo di Marco Dolce, già in amministrazione con la qualifica di consigliere comunale.

58 anni, milanese di nascita «ma dunese nel cuore», Dolce ha scelto di candidarsi come sindaco.

Da sempre frequentatore del paese, tanto da essersi sposato con una dunese doc, ha scelto questo piccolo centro della Valcuvia come sua nuova casa.

«In occasione delle ultime elezioni, avevo risposto alla chiamata dell’architetto Franco Paglia, entrando a far parte della sua squadra, condividendone il percorso, le visioni ed i progetti, ed è stata per me una esperienza preziosa, che mi ha portato oggi ad accettare di guidare la lista “Duno” che si presenterà alle prossime elezioni amministrative», spiega.

«Ad un certo punto – continua Dolce – si era anche ipotizzata la possibilità di presentare un “listone” unico, che comprendesse tutte le realtà del Paese, ma una riflessione profonda ci ha portato a considerare più corretta verso le persone di Duno la possibilità di poter scegliere tra diverse visioni, senza dover accettare per forza una unica soluzione».

«Abbiamo quindi lavorato per mettere in piedi una squadra (che stiamo rifinendo in questi giorni) di persone che intendono condividere con noi un percorso, formata da alcuni nomi di esperienza già appartenenti alla passata Amministrazione, ai quali si sono aggiunti alcuni giovani che hanno accettato la sfida di mettersi a disposizione e lavorare insieme per il Paese», conclude il candidato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore