Entro fine mese 127 mila libri nuovi nelle biblioteche scolastiche

Gli editori consegnano il 27% in più dei libri promessi per l'edizione 2018 e invitano le scuole a iscriversi a IoLeggoPerché 2019

ioleggoperchè

Sono oltre 3 mila le scuole già iscritte, in tre settimane, all’edizione 2019 di IoLeggoPerché, l’iniziativa che punta a formare nuovi lettori, rafforzando nella quotidianità dei ragazzi l’abitudine alla lettura grazie alla creazione e al potenziamento delle biblioteche scolastiche. Promossa dall’Associazione italiana editori (AIE), la manifestazione si appresta a distribuire nelle scuole 127 mila nuovi libri, il contributo editori per la rassegna 2018, che supera e di parecchio i 100 mila libri annunciati in partenza e che si aggiungono a quelli donati dai cittadini.

I nuovi testi saranno consegnati entro la fine del mese alla biblioteche scolastiche che hanno regolarmente presentato richiesta per la scorsa edizione. Tutte le scuole possono comunque iscriversi sino al 20 settembre alla manifestazione 2019 collegandosi alla piattaforma www.ioleggoperche.it dove, da fine mese, anche le librerie potranno manifestare la loro adesione e partecipare così al momento culminante dell’iniziativa, nel periodo tra il 19 e il 27 ottobre.

Intanto è online la nuova sezione del sito, Agorà: un osservatorio sulle esperienze di lettura delle scuole con i libri del progetto. Uno spazio virtuale dove condividere le esperienze, i progetti, i format che hanno preso vita in questi tre anni con i 650.000 libri raccolti attraverso #ioleggoperché. “Questo spazio online è un modo per fare tesoro comune di esperienze virtuose e di documentare l’impegno dei referenti scolastici e di tutta la rete di supporto che si è creata intorno all’iniziativa, che di fatto trasforma i libri donati nel punto di partenza di un percorso continuativo all’interno della scuola – spiega il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi – Un percorso che attraversa l’intero anno scolastico con letture ad alta voce, laboratori, incontri con gli autori, spettacoli e attività “messi in moto proprio dai libri”.
Ogni esperienza condivisa sull’Agorà di #ioleggoperché descriverà un’attività svolta da una scuola e potrà ispirare decine di nuovi Istituti.

di
Pubblicato il 18 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore