La Voce Solbiatese presenta Samantha Caprioli ma la scena è tutta per Melis

Show del sindaco uscente che rivendica i risultati di 10 anni di amministrazione e attacca chi lo ha ostacolato usando la giustizia. La candidata sindaco ringrazia per la fiducia

luigi melis smantha caprioli presentazione voce solbiatese 2019

La tanto attesa serata di presentazione della lista La Voce Solbiatese è arrivata. Nella serata di ieri, venerdì, la lista del sindaco uscente Luigi Melis ha presentato il nuovo candidato sindaco Samantha Caprioli e i candidati consiglieri. Per l’evento è stato scelto il centro socio-culturale del paese.

Dopo la diffusione della notizia dell’indagine a carico di sindaco e vicesindac ci si aspettava che Melis si prendesse la scena, e così è stato. La prima a salire sul palco è stata la candidata sindaco Samantha Caprioli, che ha chiamato sul palco uno ad uno i componenti del “gruppo di lavoro” scelti per correre al suo fianco. Ci sono nomi noti e novità, per una fascia d’età che va dall’esperienza del vicesindaco Pierangelo Macchi fino ai 23 anni del più giovane, Diego Maestrini.

Subito dopo la parola passa a Melis, che per quasi un’ora ripercorre con l’aiuto di slide e articoli di giornale i suoi dieci anni di gestione della cosa pubblica solbiatese. La cavalcata è partita dalle difficoltà iniziali, quando nel 2009 ereditò una situazione tragica: erano gli anni della crisi e il Comune annaspava nella ricerca delle risorse per far fronte ai debiti, parlando con i vertici di Pedemontana quando in paese non si sapeva niente dell’opera e dei suoi successivi lavori di compesazione, modificati in maniera più funzionale, per poi passare in rassegna tutta una serie di iniziative che hanno segnato la realtà solbiatese: la convenzione con Olgiate Olona e Marnate per quanto riguarda i vigili, ribadendo che “Solbiate è un comune capo-fila nella collaborazione tra le entità della Valle Olona”, per poi passare in rassegna gli interventi a favore dei scuole e della tanto sofferente piscina.

Anche l’asilo nido (esternalizzato) e la nuova farmacia rientrano nei successi elencati dall’amministrazione Melis, che per spiegare in modo tecnico le procedure attuate per questi due servizi chiama sul palco rispettivamente i gestori di Paffulandia e il direttore di Saronno Servizi Romano Giordano.

Il meglio, però, arriva alla fine, quando Melis ha rivendicato con orgoglio il suo operato e si è difeso dai ripetuti attacchi giudiziari (tirando fuori un plico di una trentina di esposti): “Abbiamo sempre fatto tutto con onestà e trasparenza, ma in questi anni sono stato antipatico a troppa gente, forse invidiosa. Ho lavorato bene, rispettando la legge e a sostegno della legalità, segnalando le anomalie che riscontrate in questi dieci anni di mandato. Melis rimane a fianco di Samantha Caprioli”.

A Melis probabilmente serviva sfogare in pubblico, davanti alla sua gente, una frustrazione che l’ha messo con le spalle al muro, anche perché per parlare di programmi, di temi concreti, c’è ancora tutta la campagna elettorale. In chiusura alcune parole concesse alla candidata sindaco: “Sono orgogliosa della fiducia che mi ha concesso il gruppo, lavorerò per portare avanti il lavoro ottimo dell’amministrazione precedente”.

I nomi in lista: Luigi Melis, Pierangelo Macchi, Valter Gadda, Calogero Miano, Rita La Cognata, Diego Maestrini, Giuseppe Nardi, Valentina Di Dio, Simone Caprioli, Sabrina Saporiti, Diana Moroni, Matteo Corti.

di
Pubblicato il 06 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore