L’esperienza dell’orto con i bambini

Basta un balcone e poi acqua, terra, semi e piantine: tutto a misura di bambino perché possa prendersene cura e imparare la calma, l'attesa e la cura

Generico 2018

La primavera è la stagione giusta per avventurarsi nell’esperienza dell’orto con i bambini. Per farlo non servono ettari di terra, e a voler essere sinceri si può fare anche a meno del giardino: sarà sufficiente un balcone o un ripiano vicino alla finestra , qualche vaso e una manciata di semi o di piantine per vivere insieme ai propri figli l’incredibile emozione di veder crescere una pianta e assaggiarne i frutti, nati dalla cura paziente e costante che saprete prestarvi insieme

TUTTO A MISURA DI BAMBINO
Ovunque allestiate il vostro piccolo orto, l’importante è che sia a misura di bambino.
Ad altezza di bambino dovranno essere i vasi e anche gli attrezzi a disposizione, dal piccolo innaffiatoio alla paletta per fare i buchi nel terreno, devono avere dimensioni adatte alle sue manine.
Altro elemento che aiuta la buona riuscita dell’esperienza è prevedere degli abiti che si possano sporcare o un grembiulino da indossare per lavorare con la terra. E prevedere un luogo fisso e comodo dove riporre tutti gli attrezzi una volta terminato il lavoro, anche in autonomia.

COSA PIANTARE
Le piante adatte ad un orto a misura di bambino sono quelle che crescono facilmente e arrivano in fretta a maturazione. Quindi vanno bene le piante aromatiche più comuni con i loro odori caratteristici, semplici da riconoscere e utilizzare nella cucina di tutti i giorni come rosmarino, salvia, timo ma anche basilico, prezzemolo ed erba cipollina.
Ma grande soddisfazione la danno anche i frutti. Le fragole innanzi tutto, ma anche pomodorini, cetrioli, zucchine, lattughe e carote.
L’importante è scegliere in base alle disponibilità di spazio e di tempo, perché è inutile piantare dei pomodori se poi in agosto si va in vacanza e non c’è nessuno che possa annaffiare la pianta e coglierne i frutti.

QUANDO PIANTARE
Il mese di aprile è l’ideale per seminare basilico, sedano e pomodoro e, sino all’inizio dell’estate possono essere messe a dimora barbabietole, carote, cetrioli, fagioli, fagiolini, lattughe, zucchine, erba cipollina, prezzemolo.

I FRUTTI
Oltre che a godere del raccolto, nel prendersi cura dell’orto il bambino sviluppa senso di responsabilità e rispetto per la natura. Aumenta le proprie competenze e rafforza la sua autostima, imparando l’importanza della cura, della calma e dell’attesa.

di
Pubblicato il 24 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore