Axpo, tutto in una notte: per salvarsi deve vincere a Piacenza

Il palasport della città emiliana ospita la "bella" della finale playout: Legnano non vuole lasciare la A2. Mazzetti: «Daremo tutto per salvarci»

anthony raffa basket axpo legnano

Si decide tutto in una partita secca: Bakery Piacenza e Axpo Legnano si affronteranno questa sera (mercoledì 22, dalle 20,30) sul parquet degli emiliani per la Gara5 della finale playout, quella che alla sirena consegnerà un verdetto senza appelli: ci vince resta in A2, chi perde torna in B.

Una partita in cui – come sempre avviene in questi casi – i valori tecnici contano in modo relativo, mentre crescono di importanza la tenuta mentale e la motivazione che i singoli giocatori e le due squadre riescono a darsi. La serie fino a questo punto è stata equilibratissima: due vittorie per parte, anche rocambolesche e con scarti spesso risicati e con una sola partita (la terza, vinta da Legnano) in cui il divario è apparso netto.

Piacenza può contare sul pubblico di casa e su un giocatore come l’americano Appling che è un vero fattore offensivo; occhio anche alla enorme esperienza di Marques Green, inversamente proporzionale alla sua taglia fisica. Sui due stranieri si fonda il grosso dell’attacco emiliano, e questo può essere un vantaggio per una Axpo che ha a disposizione un cast italiano forse superiore; chiaro però che anche la squadra di Mazzetti ha in Raffa e Thomas – i due americani – le due carte principali da giocare.

«Andiamo a Piacenza per riprenderci la vittoria gettata in gara 4 – ha detto Mazzetti a LegnanoNews – . L’unico obiettivo è vincere. Chi, mentalmente sarà più forte, avrà la meglio e daremo tutto per essere noi quella squadra». La partita sarà diretta dai signori Masi, Pierantozzi e Wassermann; presente al PalaBakery una buona rappresentanza del tifo organizzato degli Knights.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 22 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore