Il bosco dei curiosi, campo estivo in natura

Dal 10 giugno al 2 agosto, La Tana dei Curiosi di Gazzada organizza un campo estivo immerso nella natura, per bambini e bambine da 5 a 8 anni a Cassano Magnago. Un'esperienza di apprendimento e gioco immersi nella natura

vario

Dal 10 giugno al 2 agosto, La Tana dei Curiosi di Gazzada organizza il campo estivo

Galleria fotografica

Il bosco dei curiosi 4 di 36

Il Bosco dei Curiosi
campo estivo in natura

presso un grande bosco pianeggiante e recintato di 7000 mq con noccioli, castagni, querce, erba e ombra in via Marco Polo a Cassano Magnago.

Un’esperienza di apprendimento e gioco immersi nella natura.

Ritrovare libertà, tempo lento, spazi ampi nei quali perdersi un po’ e ritrovarsi. Mettere alla prova il coraggio, capire i propri limiti, stupirsi della meraviglia del bosco, osservare e studiare la natura, impegnarsi insieme, collaborare, condividere, scoprire ed esprimersi con materiali naturali, imparare a fare nodi e arrampicarsi sugli alberi, ascoltare storie in cerchio sul fieno, parlare di filosofia seduti a terra tra gli alberi, fare musica partendo dai regali del bosco.
Questo abbiamo fatto lo scorso anno, con grande benessere e serenità di bambini e famiglie e molto altro siamo pronti a fare quest’anno.
Con un gran finale per tutte le famiglie.

SPAZIO E INFORMAZIONI PRATICHE

Il campo estivo è riservato a bambini dai 5 agli 8 anni.

I bambini saranno accompagnati nel loro percorso da Claudia Rabolli, formata al Master in Educazione e Natura, Flo Sabatelli, educatrice e formata al medesimo Master, Luisa Fumagalli, arteterapeuta. Altri educatori o professionisti interverranno con attività laboratoriali durante i pomeriggi, sempre con l’approccio della Tana: lento, curioso e attento.

Lo spazio del bosco che ci accoglie è in parte organizzato con provocazioni, che i bambini sono lasciati liberi di vivere secondo i loro ritmi e desideri: cucina del fango – bancale della costruttività con materiali del bosco – equilibri sulle corde tese tra gli alberi – museo delle meraviglie della natura – mucchio di terra morbida – albero della lettura – zona della sabbia.

Avremo il supporto delle GEV nelle nostre esplorazioni e andremo con loro a scoprire i segreti del territorio che circonda il Bosco.

Nel pomeriggio si propongono attività più strutturate aperte anche a bimbi che non frequentano il campo estivo (arrampicata sugli alberi, cacce ai tesori della natura, land art, pittura con colori naturali, Philosophy for children, letture ad alta voce, letture d’autore con Roberto Piumini,  laboratorio di falegnameria, musica, rilassamento corporeo, camminate fino alla vicina Oasi LIPU della Boza o al campo di mirtilli per la merenda…)

Il GIOCO LIBERO, senza limiti di tempo o spazio e con POCHISSIME REGOLE ha creato nei bambini uno spiazzamento iniziale per trasformarsi però presto in una RIAPPROPRIAZIONE DELLA LIBERTÀ.

La cucina di fango ha permesso ai bambini di ESPRIMERE la loro creatività, di lasciar traccia della natura ritrovata e di TRASGREDIRE alla regola del “NON SPORCARSI”.

Gli equilibri e l’esperienza dell’arrampicata hanno permesso ai bambini di mettere alla prova il loro coraggio, misurarsi con la COSCIENZA DEL PROPRIO CORPO e con il RISCHIO e di lavorare sulla propria sicurezza.

Il museo delle meraviglie della natura era il luogo nel quale i bambini organizzavano le loro raccolte e collezioni con attenzione alla BELLEZZA e al SENSO ESTETICO.

Il TEMPO al Bosco dei Curiosi è stato LENTO, libero, scandito da poche routine e questo ha permesso ai bambini di ASCOLTARSI e riconoscere i PROPRI BISOGNI, anche quelli di riposo e SILENZIO.

Il bosco ha insegnato ai bambini a prendersi CURA della natura, degli altri e delle loro cose: i bambini a turno lavavano i piatti degli amici.

La vita di gruppo ha portato i bambini stessi a riconoscere fondamentali valori e METODI DEMOCRATICI di CONDIVISIONE.

Sono fondamentali la COLLABORAZIONE e la fiducia nell’altro per riuscire in operazioni che il singolo non avrebbe potuto portare a termine e abbiamo scoperto che in un ambiente naturale non è necessario insegnare la collaborazione ai bambini, per loro è un approccio spontaneo.

Un giorno a settimana ospiteremo nel grande Bosco dei Curiosi anche bimbi piccoli e impareremo anche a prenderci cura e a guidare nel gioco i più piccoli. Sarà il giorno del Ludobosco, durante il quale i bimbi fino a 5 anni potranno venire a giocare (accompagnati da un adulto) negli spazi del Bosco.

La base dalla quale partiremo per le nostre esplorazioni è un grande bosco pianeggiante e recintato di 7000 mq con noccioli, castagni, querce, erba e ombra in via Marco Polo a Cassano Magnago.

Numero massimo: 20 bambini
Numero minimo: 10 bambini

Date: dal 10 giugno al 2 agosto con frequenza settimanale
Orari: lunedì – venerdì 8.30-17.30 (aperti a eventuali esigenze diverse)
Costo: 120 euro a settimana tutto incluso. Esclusi 10 euro di tessera associativa (valida fino a dicembre 2019) e 15 euro di contributo
assicurativo.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 366 3896142

www.latanadeicuriosi.it

di
Pubblicato il 16 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il bosco dei curiosi 4 di 36

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore