Casa della Carità: inaugurato l’ambulatorio medico per combattere la povertà sanitaria

E' stato inaugurato sabato 11 maggio, alla Casa della Carità, il nuovo ambulatorio di prossimità che avvicina la sanità a chi è povero e non può o non riesce a ricevere aiuto sanitario

Casa della Carità: un ambulatorio medico per combattere la povertà sanitaria

E’ stato inaugurato sabato 11 maggio, alla Casa della Carità di Varese, il nuovo ambulatorio di prossimità che avvicina la sanità a chi è povero e non può o non riesce a ricevere aiuto sanitario.

Per questa occasione le autorità di Varese non hanno voluto mancare partendo dal primo cittadino, il sindaco Davide Galimberti insieme all’assessore ai servizi sociali Roberto Molinari; il prevosto Don Luigi Panighetti, il decano Don Mauro Barlassina e don Marco Casale, responsabile della Caritas; la dottoressa Poncato, a capo della direzione sociosanitaria di ATS Insubria; la delegata del Banco Farmaceutico dottoressa Ermolli e la consigliera dell’ordine dei farmacisti dottoressa Ravasi che hanno applaudito all’iniziativa insieme ai tanti volontari dell’Associazione Pane di Sant’Antonio che gestiscono nel quotidiano i servizi per i cittadini poveri ed in difficoltà che si rivolgono alla Casa della Carità presso la storica sede di Via Marzorati 5/A di Varese.

«Il nuovo ambulatorio – spiegano i volontari  – Combinato con uno sportello farmaceutico, non si sovrappone agli altri servizi già attivi sul territorio ma lavora in sinergia e, con l’impegno di medici, farmacisti ed infermiere volontari, si pone l’obbiettivo di portare la sanità verso chi, per povertà, utilizza gli altri servizi della Casa della Carità cioè la storica mensa, il guardaroba, le docce e l’emporio».

Il progetto, avviato con il finanziamento di Fondazione UBI, presente con Luigi Jemoli, e FA.CO.VA. rappresentata da Massimiliano Pavanello, è ora realtà e potrà crescere e proseguire grazie all’auspicabile aiuto di altri professionisti, che vorranno collaborare come volontari, e anche dell’intera comunità che da sempre sostiene con generosità questa piccola ma grande opera di aiuto.

di laura.lauri@quaestio.it
Pubblicato il 13 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore