Una domenica di grande musica alla Badia di Ganna

Domenica 30 giugno 2019 ore 17.00 presso i saloni della Badia di San Gemolo  µ si terrà il concerto “Il cielo nello sguardo della pietra: un nuovo mondo”

Avarie

Prosegue il programma culturale OperArte 2019 dal titolo “Pietre miliari incanto della Valganna” a cura dell’Associazione Amici della Badia di San Gemolo in Ganna.

Domenica 30 giugno 2019 ore 17.00 presso i saloni della Badia di San Gemolo a Ganna si terrà il concerto “Il cielo nello sguardo della pietra: un nuovo mondo”. Protagonisti il Pitros duo costituito da Gino Santo (tromba) e da Daniela Gentile (pianoforte). Il “Pitros Duo” nasce con l’idea di raccontare paesaggi sonori che, attraverso l’uso delle molteplici caratteristiche dei due strumenti (tromba e pianoforte), permettono di imbastire una ragnatela su cui interpretare il vastissimo repertorio che è stato scritto per questa formazione. Capace di trasmettere l’atmosfera giusta, il Duo coinvolge emotivamente il pubblico con un viaggio nel tempo; il suo repertorio spazia dal periodo romantico dell’800 russo fino all’amato periodo americano con Gerswhin e Bernstein, non disdegnando autori contemporanei. Il modo di porgere e donare le emozioni dei suoi sensibili artisti, lo rendono apprezzato ed amato dal pubblico.

A seguire, alle ore 18.15, un’affascinate conferenze a cura di UNEX Project dal titolo “Antro delle gallerie: la sfinge della Valganna”. Chilometri di intricate gallerie scavate a mano nell’arenaria quarzosa del servino, in una cavità artificiale da tutti conosciuta come l’”Antro delle Gallerie”. Su quale sia la sua origine ed il suo utilizzo da decenni i ricercatori non sono ancora arrivati ad una teoria concorde: le ipotesi infatti sono assai contrastanti e hanno contribuito alla creazione dell’enigma che tutt’ora aleggia su questo ipogeo, tanto da essere soprannominato “La Sfinge della Valganna”: forse un cimitero paleocristiano? Un luogo di ricovero? Una miniera? Molteplici sono gli studi pubblicati sul tema. UNEX Project nel corso nella conferenza presenterà i risultati ottenuti da quattro anni di studio con nuove tecnologie, nuovi metodi di rilievo e ricerca, nuove intuizioni.

Al termine un brindisi estivo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore