A lezione con i sub per studiare la fisica “sul campo”

Un gruppo di studenti del "Ferraris" ha utilizzato la piscina del palaghiaccio a mo' di laboratorio, grazie anche alla collaborazione con la FIAS

progetto fisica in acqua liceo ferraris 2019

Imparare la fisica, divertendosi in piscina: un gruppo di studenti di seconda del Liceo Ferraris di Varese, ha potuto sperimentare una lezione speciale di una materia che per molti può essere ostica, grazie a una giornata-studio svolta in un laboratorio molto speciale, la piscina del Palaghiaccio di via Albani.

Lo scorso 29 maggio, grazie alla collaborazione con i volontari della Federazione Italiana Attività Subacquee di Varese (FIAS) e all’ospitalità della Happy Sport Team che gestisce la struttura sportiva, gli alunni del Liceo scientifico cittadino hanno potuto sperimentare le leggi principali della fluidostatica immergendosi direttamente con bombola, giubbotto ad assetto variabile ed erogatore per raccogliere dati in maniera diretta.

La mattinata in piscina ha rappresentato l’evento principale e conclusivo del “Progetto Fisica in Acqua”, attivato ormai da diversi anni con successo dal dipartimento di Matematica e Fisica dell’Istituto e dalla FIAS. Il progetto ha offerto agli studenti anche una lezione-laboratorio a scuola curata dalla referente professoressa Daniela Brianese, un’introduzione teorica di base all’attività subacquea tenuta dal Presidente della FIAS Varese, Rolando Didoné, e una prova di immersione con attrezzatura subacquea in piscina.

Un’idea semplice ma vincente, per rendere gli studenti protagonisti attivi del proprio processo di apprendimento, stimolandoli all’osservazione della realtà e all’applicazione dei modelli teorici studiati, in un contesto insolito e coinvolgente. Una esperienza che i partecipanti ricorderanno, sia per la pratica sperimentale, sia per la passione con cui gli esperti li hanno introdotti all’immersione subacquea.

Il percorso ha ottenuto un grande successo tra i ragazzi, e tutte le parti in causa si augurano di ripetere l’esperienza anche in futuro, magari con un incremento degli studenti coinvolti, considerando anche il fatto che una classe dell’istituto sarà a indirizzo sportivo e quindi comprenderà alunni particolarmente attratti verso queste tematiche.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore