Il primo consiglio comunale è già “operativo”

Discorsi di insediamento e ufficializzazione di giunta e deleghe ma anche primi provvedimenti riguardo una variazione di bilancio e gli atti necessari a completare la ciclabile e permettere l'apertura del minimarket

consiglio comunale angera

Primo consiglio comunale ad Angera, nella serata di giovedì 13 giugno. Non una semplice seduta di insediamento, come ha precisato il sindaco Alessandro Paladini Molgora, ma un’assemblea già operativa, riferendosi alla variazione al bilancio di previsione 2019-2021 e alla approvazione di correzione e rettifiche atti del PGT svolte al termine serata. «Questo – ha sottolineato il primo cittadino – dimostra che l’amministrazione comunale vuole continuare e sta continuando a lavorare. Importante per me e per il nostro gruppo è ritornare a un recupero di valori fondamentali che mi auguro vengano portati avanti in futuro tanto dalla maggioranza quanto dalla minoranza».

“L’ULTIMO MANDATO” – «Assolti questi ultimi cinque anni di mandato intendo ritirarmi dalla politica comunale – ha aggiunto Molgora -. Lealtà, pulizia e collettività, evitando assolutamente di mettere in primo piano l’interesse personale: questo è il messaggio che voglio che passi alla città per il futuro».

IL GIURAMENTO E LA GIUNTA – Prestato giuramento sulla Costituzione Molgora ha poi ufficializzato la giunta e le deleghe; nessun cambiamento rispetto a quanto comunicato pochi giorni fa: il vicesindaco, con deleghe al bilancio, sicurezza e viabilità, ambiente e manutenzioni sarà Marco Brovelli, che comporrà la giunta con gli assessori Valeria Baietti, Antonio CampagnuoloValeria Devos. «Molte delle deleghe che sono state affidate ai consiglieri hanno una diretta affinità con quelle degli assessori – ha spiegato il sindaco -. L’intento è quello di creare un filone che coinvolga tutta la società civile: più siamo, più idee ci sono e meglio si può lavorare assieme per Angera».

“NON SAREMO SPETTATORI” – «Affronteremo quest’esperienza di minoranza nella maniera in cui i nostri elettori ci hanno chiesto – ha ribadito nel suo discorso Milo Manica, candidato sindaco e capogruppo della lista Allea – analizzeremo e valuteremo sempre in modo oggettivo i pro e i contro di quello che intenderete fare. Saremo propositivi e non saremo solo spettatori. Il nostro ruolo sarà anche quello di informare: non un’informazione di parte, ma il più possibile oggettiva, basata su dati, verbali e note ufficiali. La maggioranza detiene il potere di governare, in virtù della fiducia accordatogli dai cittadini ma non detiene la verità assoluta. La maggioranza può cercare il confronto e insieme alla minoranza può avvicinarsi, sempre col fine del bene comune (qui il discorso completo)». Sulla stessa linea, per un’opposizione attenta e vigile anche Fausto Baranzini che si è espresso concorde con i punti toccati da Manica e rappresenterà in consiglio il gruppo Insieme per Angera di cui era candidato sindaco.

LE COMMISSIONI – Durante il consiglio è stata inoltre nominata la commissione elettorale formata da Baietti e Brovelli per la maggioranza e da Marcella Androni di Allea all’opposizione. Uno schema analogo si è ripetuto anche per i membri supplenti che saranno invece Bonini, Devos e Manica. Nominate poi sia la commissione istituzionale e finanziaria (Ponti, Manica e Fausto Baranzini) sia la commissione tecnico urbanistica (Burattinello, Giacomo Baranzini e Fausto Baranzini).

CICLABILE E MINIMARKET – La seconda parte del consiglio è stata dedicata alla prima variazione di bilancio, necessaria per poter utilizzare i fondi regionali del bando relativo ai piccoli borghi, pari a 42mila euro e quelli statali per l’efficientamento energetico che ammontano a 70mila euro. Tra gli alti provvedimenti adottati la rettifica al Pgt per completare la ciclabile per il centro cittadino e l’apertura del nuovo minimarket nel centro del paese.

di
Pubblicato il 14 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore