Prostituzione e porno, in manette i tre sfruttatori

Due di loro vivevano tra Busto Arsizio e Olgiate Olona. Attiravano ragazze dal Venezuela con la promessa di un lavoro e poi le costringevano a prostituirsi in una villetta sulla collina

prostituzione

Un ecuadoriano di 22 anni residente a Busto Arsizio e un peruviano di 30 anni domiciliato ad Olgiate Olona sono stati arrestati nei giorni scorsi dai Carabinieri di Stresa con l’accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione esercitata da alcune giovani studentesse all’interno di un appartamento della località piemontese. Insieme a loro è finito in manette anche un uomo di 55 anni, peruviano anche lui e residente a Stresa.

I tre avevano messo in piedi un’organizzazione attraverso la quale attiravano giovani ragazze con la solita promessa di un lavoro in Italia, le prelevavano al loro arrivo all’aeroporto di Malpensa e le privavano della loro libertà, mettendole a lavorare come prostitute all’interno della casa.

Non contenti dei guadagni (le prestazioni costavano dai 60 ai 900 euro) giravano anche film porno e le minacciavano usando una pistola scacciacani che usavano come deterrente di fronte a tentativi di fuga. Grazie all’intervento dei carabinieri le tre giovani venezuelane sono state liberate.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore