Il rapporto tra mecenati ed arte in mostra al castello di Masnago

Al Castello di Masnago in arrivo una mostra che approfondirà gli effetti del mecenatismo sull'arte nel Varesotto e in Lombardia. Tra gli altri, esposti capolavori di Francesco Hayez e Pellizza da Volpedo

Il castello di Masnago

Un’esposizione per approfondire il fenomeno del mecenatismo nel Varesotto negli ultimi due secoli. La Giunta di Palazzo Estense ha approvato la realizzazione della mostra “Arte e mecenatismo a Varese e sul territorio lombardo tra Otto e Novecento“, che sarà protagonista al Castello di Masnago tra gennaio e maggio 2020 e che vedrà la collaborazione tra Comune e Fondazione Comunitaria del Varesotto.

Le opere esposte – dipinti provenienti principalmente dalla collezione del Comune di Varese e da quella della Fondazione Cariplo – saranno oltre settanta e comprenderanno capolavori di Francesco Hayez e Pellizza da Volpedo; nel percorso della mostra saranno poi ricostruiti in modo completo gli interessi collezionistici di alcune grandi famiglie varesine, fra i quali i Ponti. Obiettivo è illustrare al pubblico il profilo altissimo del collezionismo artistico varesino nella seconda metà del XIX secolo e la storia della borghesia e dell’industria locali.

A curare la rassegna sarà il professor Sergio Rebora, mentre l’impegno di Palazzo Estense si concretizza sia dal punto di vista economico – con lo stanziamento di 28.500 euro – sia da quello logistico, con la concessione della sede museale di Masnago, la realizzazione degli allestimenti e la garanzia del biglietto d’ingresso gratuito per il pubblico. Previsti poi anche eventi collaterali all’esposizione, nonché laboratori didattici rivolti alle famiglie.

Tra Palazzo Estense e la Fondazione Comunitaria verrà predisposta un’apposita convenzione, così da definire tutti gli ulteriori e necessari aspetti per l’organizzazione dell’iniziativa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore