Aggiudicato il servizio di Igiene Urbana: Aspem è ormai solo un ricordo

Ora il servizio è di IGM Rifiuti Industriali & Tech Servizi: tra gli impegni futuri riduzione della Tari, aumento della raccolta differenziata e molti servizi, tra cui il ritorno alla gratuità del ritiro ingombranti

Varese generiche

È terminata in questi giorni la fase di verifiche sulla società che si è classificata prima al bando pubblicato dal Comune. Il servizio è stato aggiudicato al raggruppamento di imprese IGM Rifiuti Industriali & Tech Servizi.

Si è concluso così – salvo ulteriori ricorsi – il lungo e tumultuoso percorso che ha definito il passaggio del servizio di Igiene Urbana dalla azienda che ha raccolto l’eredità di Aspem-A2A in una grande aggregazione solo un anno fa, Acsm-Agam. Ora, di Aspem non c’è più nemmeno il ricordo.

Il Comune però intende rassicurare che per quanto riguarda il personale «Come specificato dalla clausola sociale contenuta nel bando: “L’aggiudicatario del contratto di appalto sarà tenuto ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante alle dipendenze dell’aggiudicatario uscente”. Anzi, per l’attuazione dei nuovi servizi sono previste anche nuove assunzioni».

RIDUZIONE DELLA TARI E AUMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA: L’IMPEGNO DEL NUOVO GESTORE

Il nuovo gestore, azienda siracusana nata nel 1940, ha vinto con un progetto che prevede molti obiettivi e moltissimi servizi aggiuntivi: innanzitutto riduzione della TARI, aumento della percentuale della raccolta differenziata.

Nel progetto che ha permesso alla IGM Rifiuti Industriali & Tech Servizi di aggiudicarsi il servizio varesino ci sono infatti, tra i risultati da attendersi, quelli sulla riduzione del 15% entro 24 mesi della quantità dei rifiuti urbani prodotti e del raggiungimento entro 13 mesi del 75% di raccolta differenziata (oggi al 65%). È previsto poi un ulteriore incremento di un punto percentuale di raccolta differenziata ogni 12 mesi per ogni anno dell’appalto.

Il risparmio in 5 anni tra i il vecchio e il nuovo contratto sarà di circa 11 milioni e 700 mila euro, ovvero oltre il 16% all’anno in meno rispetto ad oggi. «Questa diminuzione dei costi avrà effetti direttamente sulle tasche dei cittadini e delle aziende che pagheranno meno la tariffa rifiuti per i prossimi 5 anni, con ulteriori diminuzioni rispetto a quelle già introdotte dal 2016 ad oggi» spiega il comune di Varese.

«I risultati previsti sono sicuramente importanti in chiave ambientale ma saranno anche in grado di determinare risparmi in bolletta per i cittadini» ha ribadito Dino De Simone, assessore all’Ambiente del Comune di Varese.

Un’altra novità che verrà introdotta gradualmente è il sistema di misurazione puntuale dei rifiuti indifferenziati per il calcolo della TARI. Verrà attivato un sistema di rilevazione dei conferimenti da parte delle utenze finalizzato all’applicazione della TARI puntuale o di altre modalità premianti che in accordo con l’Amministrazione comunale verranno messe in pratica.

PREVISTI MOLTI SERVIZI AGGIUNTIVI

Sono molti i servizi aggiuntivi che hanno fatto vincere il bando alla azienda, insieme a degli impegni precisi di fronte all’amministrazione e ai cittadini. Questo l’elenco di tutti i punti:

  • Maggiore capillarità ed accessibilità del servizio di raccolta per gli utenti attraverso una distribuzione capillare e di un numero adeguato di contenitori. Nel centro storico saranno potenziate le raccolte per specifiche utenze commerciali con passaggi anche più volte al giorno.
  • Ritiro gratuito degli ingombranti a domicilio
  • La raccolta dei rifiuti ingombranti, RAEE e del verde a domicilio su richiesta sarà gratuita.
  • Impiego esclusivo di automezzi ecologici con motori Euro 6 ed a propulsione ibrida, elettrica o GPL, anche bi-scomparto per ridurre il kilometraggio percorso e quindi i consumi. In particolare in tutto il centro storico saranno utilizzati mezzi elettrici, per le attività di spazzamento, lavaggio strade e raccolta ingombranti ed altri rifiuti minori.
  • Flessibilità del servizio di raccolta sulla base delle esigenze delle utenze domestiche e soprattutto non domestiche, in funzione di obiettivi di efficacia ed efficienza, doppi passaggi e giorni aggiuntivi di raccolta rispetto alle frequenze base. Adozione di sistemi di raccolta che tengano conto delle esigenze dell’utenza anziana o diversamente abile (servizi a domicilio).
  • Adozione di soluzioni per le zone turistiche del Sacro Monte e del Lago per garantire la possibilità di conferire differenziando i rifiuti alle utenze turistiche anche con presenza giornaliera.
  • Ottimizzazione dei percorsi e dei turni di raccolta al fine di ridurre i disagi agli utenti serviti e da limitare la pressione sul traffico veicolare urbano, utilizzando moderni mezzi Bi-scomparto per doppie racolte contemporaneamente di rifiuti (Secco-Umido; Umido-Carta; Umido-Plastica).
  • Definizione di programmi per l’incentivazione ed assistenza dell’autocompostaggio domestico con l’obiettivo di coinvolgere il 25% delle utenze di Varese. I dati di oggi sul compostaggio domestico: sono del 10 % sul totale e del 30% sulle utenze in abitazioni fino a 4 utenze (escluso il Centro Storico). L’obiettivo dell’attività è di arrivare al 25 % sul totale e al 75% in abitazioni fino a 4 utenze. In questo caso il risultato previsto è di una riduzione dei rifiuti alla fonte di 1.600 tonnellate all’anno.
  • Casetta dell’acqua: l’obiettivo dell’attività è di arrivare alla copertura del 75% delle utenze fornendo ed installando altre 4 nuove casette dell’acqua in posizioni ancora non coperte dalle attuali strutture. Il posizionamento sarà deciso in accordo con l’Amministrazione comunale entro 12 mesi dall’avvio del servizio. Con questa azione si prevede una riduzione dei rifiuti pari a 100/150 tonnellate all’anno di imballaggi in plastica.
  • Servizi dedicati per la raccolta dei pannolini: l’obiettivo è di ridurre del 30% la quantità di pannolini per i bambini da 0 a tre anni di tipo tradizionale destinati allo smaltimento nella frazione indifferenziata aumentando invece l’uso dei pannolini compostabili. Il servizio proposto prevede una raccolta dedicata a questo tipo di pannolini. Verrà adottato inoltre un sistema premiale per le famiglie che vorranno aderire all’iniziativa.
  • Centro del Riuso: verrà aperto un CENTRO DEL RIUSO tramite la realizzazione di una semplice struttura con una superficie di circa 100 mq. In tale centro i cittadini potranno conferire materiali ancora utilizzabili per l’uso da parte di altri cittadini. Si avrà così una riduzione dei rifiuti alla fonte di 1,5 kg/abitante all’anno.
  • Ecofeste: l’obiettivo dell’attività è quello di distribuire, a prezzo calmierato, piatti, bicchieri e stoviglie in materiale compostabile (feste plastica FREE), alle feste, sagre del territorio. Si prevede di distribuire fino a 800.000 set tavola monoutenza completi l’anno con una riduzione di rifiuti alla fonte pari a 2 kg/abitante all’anno.
  • Lotta alle discariche abusive: verranno installate delle foto trappole oltre ad un maggior controllo del territorio anche con mezzi speciali che monitoreranno e nel caso ripuliranno eventuali abusi, che verranno sanzionati.
  • Eco-volontari: L’ATI attiverà un corso di formazione per eco-volontari selezionati dall’Amministrazione Comunale che avranno la funzione di controllo del fenomeno delle discariche abusive e il controllo della corretta differenziazione dei materiali. Inoltre sarà messa a loro disposizione una autovettura per i controlli sul territorio.
  • Pronto intervento: per rimuovere prontamente situazioni gestibili prima che diventino croniche, verrà istituita una squadra di pronto intervento specifica e quindi oltre a quella prevista per le fasce orarie non coperte da turni di lavoro, operativa tutti i giorni feriali per 6 ore al giorno dalle 8.00 alle 14.00, composta da 2 operatori con autocarro a pianale e pedana idraulica posteriore di sollevamento.
  • Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettoniche (RAEE): nuovi contenitori dedicati saranno installati in scuole ed esercizi commerciali del territorio e le loro posizioni saranno segnalate sulla nuova app.
  • Risposta reclami: verrà attivato un numero verde, contattabile dal lunedì al sabato. Per le domeniche e i festivi si potrà telefonare a un numero di pronto intervento.
  • Eco-sportello servizi e TARI: il nuovo punto verrà aperto in centro città.
  • Portale web e app: Un apposito sito internet verrà realizzato, così come una app con la quale l’utente potrà avere una guida per la raccolta differenziata e informazioni personali sulla fruizione dei servizi. Un ulteriore portale verrà dedicato agli aspetti gestionali della TARI, dalle pratiche al pagamento.

di
Pubblicato il 02 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore