I forzisti varesini provano a ripartire con un incontro pubblico

Il commissario Caliendo: "Sarà un appuntamento aperto a tutti i cittadini, anche ai non iscritti al partito, per avviare una stagione di ascolto sulle tematiche che più interessano la Provincia di Varese"

forza italia

Dopo mesi di stallo Forza Italia torna in provincia di Varese con un evento politico aperto ad iscritti e non solo.

Così come annunciato quest’estate dal commissario Giacomo Caliendo, in forze al partito da quando le inchieste ne hanno falcidiato la dirigenza, i forzisti cominciano un nuovo percorso che prenderà il via all’incontro pubblico pubblico che si terrà presso la sala Aler in via Monte Rosa 21 a Varese, il prossimo 5 ottobre a partire dalle ore 10.

“Un incontro pubblico – spiega Caliendo – aperto a tutti i cittadini della Provincia, anche ai non iscritti al partito, per avviare una stagione di ascolto sulle tematiche che più interessano la Provincia di Varese e per individuare le iniziative necessarie perché trovino concreta e positiva soluzione”.

Fin da ora sono aperte le richieste di partecipazione con alcune regole e alcuni temi all’ordine del giorno: “i tempi degli interventi saranno regolati in base al numero delle richieste –  spiega il commissario -. Si suggeriscono alcune tematiche anche se ciascuno è libero di esporre le proprie idee e di introdurre altri temi: 1. Coalizione di centro destra: perché e come; 2. Immigrazione e sicurezza; 3. L’attuale stagnazione economica e la necessità di crescita; 4. Lavoro e occupazione, in particolare quella giovanile, con particolare riferimento ai problemi della nostra Provincia; 5. Riduzione della oppressione fiscale; 6. Riduzione del numero dei parlamentari: effetti; 7. Riforma della giustizia; 8. Un’efficace politica per il turismo nella nostra Provincia; 9. Autonomia delle regioni; 10. Le amministrazioni comunali: la partecipazione dei cittadini e dei partiti; un modello per le partecipate; 11. L’amministrazione provinciale: correttivi dell’attuale modello o ripristino delle Province elette direttamente dai cittadini”.

Le premesse della riflessione sono quelle che Forza Italia sta affrontando ad ogni livello nazionale: “occorre riflettere per rilanciare un centro destra credibile e più forte – conclude la riflessone il senatore alla guida del partito provinciale -. Un centro destra, come affermato dal Presidente Berlusconi, naturalmente lontano da ingenuità sovraniste e da tentazioni populiste perché una democrazia occidentale funziona se la competizione al suo interno è fra un centro-destra e un centro-sinistra alieni da pauperismi, giustizialismi e sovranismi. Per quanto ci riguarda il centro destra che vogliamo rilanciare sarà europeo, atlantico, liberale, cristiano e potrà costituire la vera alternativa di governo, seria e credibile capace di interloquire con l’Europa e di riaffermare l’onore e il ruolo del nostro Paese nel mondo”.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore