Riduzione della plastica: una classe vincitrice, borracce per tutti

Le amministrazioni comunali di Daverio, Galliate e Crosio hanno regalato 230 borracce per bere acqua del rubinetto agli oltre 200 studenti della scuola primaria

puliamo il mondo primaria daverio

Alla scuola primaria di Daverio l’inizio di “Puliamo il mondo”, nella mattinata di venerdì 20 settembre, è stata l’occasione per “misurare” i risultati di ogni classe nella riduzione dei rifiuti in cui tutti gli alunni si sono impegnati nell’ultima settimana, nonostante le difficoltà. “Perché a volte mi dimenticavo di farci attenzione”, ha detto un bambino di quinta. “Tutto il cibo è avvolto dalla plastica”, ha aggiunto un suo compagno,  “e soprattutto usiamo tantissime bottiglie di plastica”, ha ammesso la vicina di banco.
Per iniziare a risolvere proprio quest’ultimo problema, e premiare l’impegno dei bambini nella riduzione dei rifiuti, le amministrazioni comunali di Daverio, Galliate e Crosio hanno donato agli oltre 200 studenti della primaria e alle loro maestre 230 borracce di plastica rigida, con tanto di cannuccia, da usare d’ora in poi a scuola per bere l’acqua del rubinetto. Senza ricorrere a bottigliette e bicchieri di plastica usa e getta.
Le borracce saranno donate d’ora in poi a tutti i nuovi primini.

Galleria fotografica

puliamo il mondo primaria daverio 4 di 16

“La plastica inquina il nostro pianeta in tanti modi” ha spiegato ai bambini il vicesindaco di Daverio Sergio Casarin, vestendo per un giorno i panni di maestro assieme a Valentina Minazzi, volontaria di Legambiente, associazione promotrice di Puliamo il mondo.
I bambini hanno ascoltato con attenzione in quanti e quali modi utilizziamo la plastica, dagli imballaggi agli usa e getta passando per tessuti sintetici e microgranuli presenti in creme e dentifrici, che diffondono microplastiche in fiumi, mari e oceani perché nessun depuratore è in grado di filtrarle. “Riusciremo mai a creare un macchinario per ripulire il mare dalle microplastiche?, ha chiesto Giorgia. “Ma per creare questo macchinario forse serve troppo materiale”, ha supposto Serena. Allora forse “la soluzione migliore  e più immediata è che ciascuno si impegni a sporcare meno, così ci sarà meno bisogno di ripulire”.

Alla lezione ecologica hanno partecipato anche l’assessore all’istruzione di Daverio Ester Manfredi e il sindaco di Galliate Angelo Bertagna (mentre i primi cittadini di Daverio e Crosio hanno mandato i loro saluti ai bambini), che hanno risposto alle domande dei bambini su impronta ecologica e sull’isola, o meglio “la zuppa di plastica” presente nell’oceano, prima di riunirsi tutti in atrio per pesare i rifiuti di plastica prodotti da ciascuna classe nell’ultima settimana.
Quasi tutti hanno prodotto meno di un chilo di rifiuti, ma a vincere è stata una seconda, con un sacco per la raccolta della plastica che pesava meno di  mezzo chilo.
Ai piccoli vincitori il compito di condividere con i compagni e i docenti le strategie che hanno  permesso di vincere, perché il percorso dei piccoli studenti di Daverio per la riduzione dei rifiuti prosegue: questo è stato solo l’inizio.

di
Pubblicato il 20 settembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

puliamo il mondo primaria daverio 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore